shinhiroki: (cucciolo)
[personal profile] shinhiroki
Scusate ci ho messo l'ennesimo secolo ç___ç

TITOLO: Il cuore delle tenebre 2 -il regno di Kohaku-
FANDOM: Arashi
GENERE: angst, au, fantasy
PAIRINGS: ohmiya/sakumoto/aimoto
RATING: R


Capitolo 6

“Re Masaki ha davvero messo una taglia sulla tua testa?” chiede Sho sbalordito a differenza di Yamiyo.
“Più sono pericolosi, più la taglia è sostanziosa...” sorride malignamente il capo dei banditi passando il dito sulla lama del coltello che ha appena estratto.
“Questo è vero” conviene Yamiyo con estrema calma “Tuttavia io non sono un comune criminale”
“Bisogna pur rischiare per un lauto bottino. All'attacco ragazzi!” incita i compagni.
Yamiyo resta fermo dov'è.
“Fai qualcosa o lo riducono a brandelli!” urla Subaru a Sho.
“Yamiyo... no...” prova a dire Sho ma il mago, estratta la spada Murasaki, ci mette solo un attimo a uccidere tutti i banditi.
“Si rischia la vita per motivi degni non per andare incontro a una morte stupida”
“Ba...bastardo...figlio di una cagna!” ringhia il capo banda ferito ma ancora in piedi al confronto dei suoi compagni”
“Non nominare mia madre”
Yamiyo gli conficca la mano nel petto e gli strappa via il cuore.
Subaru resta a bocca aperta dinanzi alla macabra scena.
“Mi ero appena fatto il bagno...” si lamenta Yamiyo pulendosi la mano dai resti del cuore.
“Se vuoi rifarti il bagno non farti problemi...” sorride Sho.
“Perfetto...ora siamo ricercati non solo dai soldati del re di Midori ma anche dai criminali!” sbraita Subaru.
“Ehm...scusa nonnetto hai detto... siamo?” chiede Yamiyo “Io sono ricercato. Io sono pericoloso... tu... tu... ah lascia stare... è inutile infierire contro gli anziani”
“Devi avere rispetto per gli.... ehi! Che mi fai dire brutto prestigiatore di sto piffero!”
“Brutto? Mi pare che mi abbia guardato bene poco fa...” gli fa notare Yamiyo.
Subaru prova a ribattere qualcosa ma non gli viene in mente nulla per cui tace.
“Hai vinto una battaglia verbale! Non la guerra ricordalo!” e continuando a brontolare recupera la legna caduta e si appresta ad accendere il fuoco.
“Non c'era bisogno di ucciderli...”
“Non venirmi a fare la morale topolino... proprio tu che ti fai chiamare cavaliere della guerra...” afferma Yamiyo sedendosi su un tronco guardando la spada “Questa volta non ho avuto visioni del passato... forse quella volta è stato solo un caso...”
“Era la prima volta dopo tanti anni che la spada tornava nelle mani di un membro della dinastia Matsumoto... forse è per quello...”
“E' intrisa di magia grazie all'Heliolite”
“Ti intendi di pietre magiche?” gli domanda Sho sedendosi vicino a lui.
“Si. Insomma nell'ambiente magico bisogna saperle certe cose... non diventi mago così dall'oggi al domani...”
“Non te l'ho mai chiesto...come hai fatto ad ottenere i tuoi poteri? Cioè si... so che per ottenere poteri così grandi bisogna sacrificare qualcosa di importare ma poi come hai imparato a gestirla?”
“All'inizio non ci riuscivo affatto. Ho dovuto allenarmi e studiare moltissimo su come canalizzare la magia e renderla parte di me senza lasciarmi sopraffare. Per farlo ci ho messo un anno...” spiega il mago.
“Dev'essere stata dura per te dover imparare a usare la magia e poterla controllare senza l'aiuto di nessuno e con il pensiero che culo di scimmia regnava indisturbato...” Yamiyo aggrotta la fronte “Ti stavo elogiando...” si affretta a giustificarsi Sho.
“No mi hai fatto ricordare una cosa....non ero affatto solo in quel periodo”
“Davvero?”
“Tutto quello che ho fatto in quell'anno dal tradimento di Tatsuya...lo ricordo in modo molto confuso”
“Ma hai appena detto che ti sei ricordato che non eri solo durante il tuo addestramento magico”
“La mia memoria è stata alterata....” sostiene Yamiyo “Qualcuno ha fatto in modo che io ricordassi solo parte di quel periodo...”
“Pensi che sia opera di Culo di scimmia?”
“No. Se fosse stato lui una volta morto avrei dovuto ricordare... E poi non ho un blocco come aveva Satoshi. Non è magia nera... ma non capisco. Riesco a ricordarmi i sacrifici fatti ma non chi c'era con me. Eppure non solo ne sono certo...”
“Pensi che sia la stessa persona che ha soggiogato il cugino del re?”
“Non credo... non avrebbe senso aiutarmi a imparare a padroneggiare le arti magiche e poi farmele dimenticare e ora soggiogare qualcuno per uccidermi...però questo vuol dire che oltre a me e Toma ci sono altre due persone che praticano la magia. Uno quella buona e uno quella nera”
“Questo non ha a che fare con la missione per riprenderci Kohaku e Lavanda però...” dice Sho venendo fulminato dal mago.
“Ha a che fare con ME. Non pensi minimamente che potrebbero essere una minaccia questi due? Ah no certo! A te interessa solo piazzare il tuo culone su un vecchio trono impolverato e dettare legge su... quale popolo scusa? Non hai un popolo caro futuro re dei miei stivali!” sbraita Yamiyo.
“Non...non intendevo quello... scusa...” risponde Sho mortificato “Le cose si stanno ulteriormente complicando e me ne rendo conto...”
“Aaaah smettila di fare quell'espressione da cucciolo ferito mi dai ai nervi!”
“Sono il tuo topolino no?” gli fa gli occhi dolci.
“Non vedo l'ora di riavere il pieno potere sui miei poteri. C'è così tanta gente che voglio torturare... tu primo tra tutti!”
“Sono sempre al centro dei tuoi pensieri... cosa faresti senza di me!” sorride il cavaliere avvicinandosi all'altro. Così tanto che i loro visi sono uno a un soffio dell'altro.
Yamiyo non sembra volersi spostare e Sho ne approfitta per avvicinarsi ulteriormente.
Yamiyo spalanca gli occhi.
“Tu.... brutto maiale...”
“Ma se non ho fatto niente! Non ancora almeno!”
“Hai appoggiato alla mia gamba... quella cosa grossa e dura!” si inalbera Yamiyo rosso in viso come Sho non lo aveva mai visto.
“Grossa e dura....aaaaah!” sorride “Ora la tiro fuori”
“Non osare!”
“Ma voglio che tu la veda!”
“Non ci tengo!”
“Io credo di si”
Senza ascoltare Yamiyo, il cavaliere estrae qualcosa.
“Ecco la pietra di luna”
“Eh? Pietra di luna?” chiede Yamiyo riaprendo gli occhi e vedendo la pietra nella mano dell'altro.
“Che pensavi che fosse eh?” ridacchia Sho sentendosi tirare la guancia “Ahu!”
“Non prendermi in giro. Non voglio vedere il tuo rametto”
“Eppure ti sembrava così grosso e duro...”
“Infatti dovevo capirlo che non poteva trattarsi del tuo coso...” ribatte Yamiyo strappandogli dalle mani la pietra “L'altra pietra più potente al mondo...”
“Era nella stanza della tua villa. Tuo padre la custodiva”
“Si... ma perché?” si domanda Yamiyo rigirandosi la pietra tra le dita, notando qualcosa “Guarda qui. Anche lei era incastonata in qualcosa” asserisce mostrando i segni a Sho.
Il cavaliere sfiora i segni con le dita sfiorando quelle di Yamiyo e in quel preciso istante tutto intorno a loro comincia a vorticare con tale forza che i due perdono i sensi.

Yamiyo è il primo a riprendersi.
Intorno a loro il bosco, la radura è sparita.
Sho è lì accanto a lui, ancora svenuto con la mano sulla propria.
“Che appiccicoso...” borbotta guardando il suo viso per un po' “Mi sto davvero rammollendo se mi metto a fissare questo scemo” e detto questo gli da un colpo in fronte.
“Ahu!”
“Sveglia”
“Mmmm che è successo? Stavo sognando di baciarti...” sbadiglia Sho con voce impastata aprendo gli occhi.
“Appunto. Sognavi”
“Rendiamo questo sogno realtà?” sorride avvicinando il viso a quello del mago che però lo allontana con una manata in faccia “un no bastava...”
“Con te ci vogliono metodi drastici” afferma Yamiyo alzandosi e pulendosi i vestiti “Piuttosto, non siamo più nella radura. Siamo sperduti in un bosco il punto è...quale?”
Anche Sho si alza guardandosi in giro.
“L'ultima volta che ho toccato la pietra di luna ho pensato a te e mi sei piombato addosso... vivo! Forse questa volta, avendola sfiorata nello stesso momento tuo... la pietra ha esaudito i nostri desideri e ora siamo qui, in questo posto a noi sconosciuto per dichiararci amore eterno” fantastica Sho.
Yamiyo rabbrividisce.
“Sto per dare di stomaco. Sei raccapricciante” afferma il mago disgustato “Piuttosto che pensare a queste smielosità, cerchiamo di capire dove siamo finiti e come tornare alla radura dal vecchietto”
“Non avere paura. Ti proteggo io”
“La morte era decisamente una prospettiva migliore rispetto allo stare qui da solo con te” sbuffa.
In lontananza si sentono dei rumori e i due si dirigono velocemente trovando due giovani uomini.
“Oh mio Dio! Ma quelli sono...”
“Si. Siamo noi.” lo precede Yamiyo.
“Due.... due Yamiyo...”
Il mago gli da un colpo in testa.
“Non incominciare a fare i tuoi stupidi pensieri perversi. Quello non è Yamiyo è...”
“Sono il principe Matsumoto Ren!” proclama il sosia del mago ma non per rispondere alla dichiarazione di Yamiyo ma all'altro Sho “Erede al trono del Regno di Lavanda!”
“E io sono Sakurai Sousuke, re di Kohaku. Custode del drago scarlatto....”
“Mamma mia che noia... mi hai stufato al Sakurai...” sbadiglia il principe Ren.
“Ha proprio il tuo stesso carattere” commenta Sho “Mi ci possono vedono?”
“E' un ricordo” spiega Yamiyo “Stiamo vivendo un ricordo dei nostri avi. Non possono vederci ne sentirci”
“Principe Matsumoto stavate cacciando nel mio territorio”
“Cosa? State scherzando? Sono al limite della foresta libera di che vi lamentate? Non ho cacciato sotto la vostra finestra”
“Ci sono dei limiti... principe”
“Limiti che avete messo voi a vostra discrezione....re”
I due si guardano in cagnesco per qualche secondo. Poi si afferrano a vicenda per i vestiti baciandosi con passione.
“Caspita...tutta quella lingua...”
“E' una cosa raccapricciante”
“Da quanto non ti vedevo Ren... mi sei mancato così tanto...”
“Amo rivivere il nostro primo incontro...” sorride il principe abbracciato a lui prima di riprendere a baciarlo febbrilmente e spogliarlo.
“Oh santi numi”si volta Yamiyo sempre più nauseato.
“Sono ben lanciati...” è il commento di Sho che non ha ancora distolto lo sguardo dai due amanti ora nudi e avvinghiati.
“Per favore smettila almeno tu!” ringhia Yamiyo facendolo voltare con la forza.
“Ma perché stiamo vedendo i nostri antenati copulare?”
“Non lo so.... e non ti eccitare! Un motivo ci sarà...”
“Forse è un incoraggiamento a lasciarci andare e farlo anche noi...” ipotizza il cavaliere.
“Sei veramente un maniaco...” lo colpisce “Non è di certo quello il motivo per cui siamo qui.”
“Aaaah! Sousukeeeeee siii” geme Ren.
“Credo che voglia dirci...”
“Taci!” lo sgrida Yamiyo trascinandolo lontano da lì.
“A me sembra evidente il motivo per cui siamo qui...Ren e Sousuke si amavano e di conseguenza anche noi dobbiamo amarci”
“Stai un po' zitto!” tuona il mago alzando la mano riuscendo a immobilizzarlo come una statua “Finalmente! Grazie magia. Qualche minuto di tranquillità” respira a pieni polmoni e si mette a ragionare sul perché stiano vivendo quei ricordi.
Forse quello che ci interessa sapere avviene dopo il loro Tête-à-tête: tra i due...
Pensa guardando Sho ancora immobilizzato.
“So già che me ne pentirò...” sospira agitando la mano per sciogliere l'incantesimo e quello cade in avanti di faccia.
“Che male!”
“Ringrazia che ti abbia sbloccato. Ora pensiamo seriamente al perché siamo qui”
“Io penso che se stiamo assistendo a questo ricordo è per i nostri antenati innamorati...” e Yamiyo alza di nuovo la mano “Voglio dire, prima che mi ritramuti in statua, che tu hai assistito agli ultimi istanti di vita di Matsumoto Ren e hai visto come e dove ha sigillato il drago metallico quindi ne deduco che questo particolare ricordo potrebbe rivelarci qualcosa di altrettanto importante” conclude Sho.
Yamiyo sembra pensarci su.
“E' indubbio che l'amore tra Ren e Sousuke sia un indizio già di per sé importante....” conviene il mago.
“Forse è meglio se torniamo da loro...”
“Tu vuoi fare solo il guardone ammettilo.”
“Se non sono io che bacio e stringo te tra le mie braccia non mi interessa. Loro saranno anche identici a noi ma non sono noi” gli sorride il cavaliere.
Yamiyo non ribatte e distoglie lo sguardo.
A volte quel cretino di Sho riesce a dire cose con una facilità disarmante.
“Forza andiamo” lo incoraggia Sho precedendolo.
Il mago lo segue e appena arrivano trovano i loro avi seduti per terra, abbracciati l'uno all'altro e pressoché coperti.
“Molto rapido il tuo antenato” sogghigna Yamiyo.
“Di certo io non sono così!” ribatte Sho tutto rosso frattanto che i due amanti chiacchierano amabilmente.
“Non sono molto contento del fatto che ti sposi” brontola Sousuke.
“Disse il re di Kohaku sposato e con un figlio...”
“Si ma...”
“Ma cosa Sousuke? E' il nostro destino. E' stato tutto deciso nel momento della nostra nascita. Siamo principi ereditari e come se non bastasse siamo due uomini”
“Lo so amore mio” sospira rassegnato il re “Però non posso farci nulla. Sono geloso. Geloso di quella donna che potrà baciarti ogni volta che le pare. Vederti tutti i giorni, dormire con te senza doversi inventare una scusa per poterti vedere anche solo per una manciata di ore...”
“E' lo stesso per me amore ma anche se fa male non potersi amare liberamente come vorremmo, il mio cuore è solo tuo”
“E il mio è tuo Ren” sorride baciandolo “Ma sono comunque geloso di Satsuki-san...” brontola.
“Sei incorreggibile...”sorride il principe dandogli un bacio prima di rialzarsi per rivestirsi.
Sia Sousuke che Sho lo guardano estasiati.
“Porco” sbuffa Yamiyo.
“Ma sei...è...era nudo! Cosa faccio non guardo?”
“Non ti rispondo neanche. Ti commenti da solo”
“Non essere geloso Yami”
“Yami?! Non darmi stupidi soprannomi a tuo piacimento!” lo ammonisce il mago oltraggiato.
“Ren” lo chiama Sousuke e i due smettono, per il momento, di battibeccare.
“Si?”
“Ho una cosa per te” dice mostrandogli un sacchetto di cuoio.
“In realtà ho anche io qualcosa per te amore” sorride il principe dandogli un involucro di stoffa.
Si scambiano i doni sorridendo come due ebeti.
“Insieme. Tre...due...uno”
Yamiyo e Sho allungano il collo per vedere cosa i due si siano donati.
I due amanti estraggono ognuno una pietra: Ren l'Heliolite, Sousuke la pietra di luna.
“Non ci credo...abbiamo avuto la stessa idea” dice allegro il principe di Lavanda ammirando la pietra solare “E' una pietra potentissima. Come la pietra di luna che ho donato a te amore mio”
“Sono le pietre protettrici delle nostre famiglie e voglio che l'ambrata Heliolite ti protegga sempre al posto mio tutte le volte che saremo divisi”
Ren, commosso, lo bacia e poi estrae la propria spada.
“Ora la spada Murasaki che si tramanda di generazione in generazione nella famiglia Matsumoto diventerà ancora più potente” afferma.
Grazie alla magia incastona nel pomolo la pietra del sole.
“Fallo anche con la mia spada” chiede Sousuke venendo accontentato dall'amato.
“Ma quella.... non è fiamma!” esclama Sho vedendo la spada dell'antenato.
“Yougan*....eccola qui” e Ren fa la stessa cosa con la spada di Sousuke e la pietra della luna.
“Per sempre insieme amore”
“Sempre”
Di nuovo, il paesaggio intorno a Sho e a Yamiyo inizia a vorticare fino a che non perdono conoscenza.

“Sho! Mago sexy! Riprendetevi!” li scuote Subaru preoccupato di averli visti crollare a terra e non essersi ancora ripresi “Mago sexy!” gli urla piazzandogli una mano sul sedere visto che questo, crollando, è finito a faccia in giù sulla terra.
“Non urlare....” mugugna il mago “E leva subito quella mano se non vuoi che te la tagli”
“E' stato solo un caso...” si giustifica il mercante vedendo Sho, anch'egli ripresosi che lo guarda con sguardo assassino “Ho detto che è stato un caso!”
“Ritornare al presente è sempre un trauma... per fortuna questa volta non sto perdendo sangue”
Subaru li guarda non capendo.
“Avete... rivissuto qualche ricordo?”
“Abbiamo una spada da trovare. La spada Yougan. La spada della famiglia Sakurai” afferma Sho.

“Quindi è questo che gli succede quando toccano quelle due favolose pietre...rivivono i ricordi passati... bene bene” sogghigna Tatsuya “E ora cercano la spada Yougan oltre a cercare di arrivare qui...hai sentito Taro?”
“Si mio padrone”
“Lucida bene quella spada. È davvero importante sai?” dice guardando l'uomo più vecchio di lui intento a lucidare la lama di una spada “Da un senso di onnipotenza vedere un uomo una volta così potente a Midori adesso qui come mio schiavo... vero... Duca Matsumoto Taro?”

*Yougan vuol dire Lava, quella del vulcano XD

Date: 2015-11-07 06:35 pm (UTC)
From: [identity profile] vampiretta87.livejournal.com
Quanto mi mancavaaaaaaaaaaa!!!!!!
Amo Jun cattivo, amo Ren e amo Sho maniaco, li amo tutti presenti e passati e ne voglio ancoraaaaaaaaa.
Betty non farmi aspettare di nuovo così tanto ti prego!!!!!!

Date: 2015-11-08 01:27 pm (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com

No no cercherò di essere più veloce promesso!!!!

Date: 2015-11-09 07:39 pm (UTC)
From: [identity profile] faby20m.livejournal.com
Ma quel maledetto è un danno continuo è__é già la sua sola esistenza mi urta, ora pure il padre di Jun deve tormentare!
Perché Matsumoto san è finito così? Cosa gli sarà successo? >__< e la spada è pure nelle sue mani... no no Yami devi fare qualcosa assolutamente u__u e anche tu autrice che devo sapere u__u XD
Gli antenati mi mandano in brodo di giuggiole <3<3<3
Sono meravigliosi, innamoratissimi e pieni di passione *__________*
Concordo con Sho, prendete esempio da loro u__u
E comunque, tante belle parole Sho... ma tu vuoi solo fare il guardone non negare XD e ti capisco *___*
Dai insisti che prima o poi il maghetto cede, magari solo per sfinimento ma cede XD
Chiamarlo Yami è una saggia mossa u__u ti farà pagare anche questa senza dubbio, sarai il primo ad essere torturato XD e ritieniti fortunato che per il maghetto la tortura è il modo di dimostrarti amore u__u
Grazie alla murasaki mi sembra di vedere Yamiyo dei tempi migliori *_______* spietato e crudele come un tempo <3<3<3 Sho non fa una piega ormai XD si è decisamente l'uomo per lui u__u
Invece Subaru non è così indifferente alla scena XD e intanto palpa senza ritegno e lo invidio *Q*
Eh topolino mio, sarà dura tenerli tutti alla larga con quel gran pezzo di figo che ti ritrovi accanto *________*
Betty ti prego scriviiiiiiiiiiiiiiii *______________* voglio il seguito, leggere del mago cattivo e del topino non mi basta mai <3 l'attesa mi uccide e tu sai cosa succede poi XD
Grazie mille <3<3<3<3<3<3

Date: 2015-11-24 08:05 am (UTC)
From: [identity profile] tempestarashica.livejournal.com
Aaaaaaaaaaaaaah mi ero persa questo capitolo! Perché livejournal non me l'ha notificato??? Argh! T_T Scusami cara sono qui a rimediare *si prostra e chiede perdono*

Gli antenati sono dolcissimi awwwwwwwwww *lancia cuori* ma mago sexy e Sho mi fanno cose al cuore che sjkfknlsdkfjbsldfjdsbl! sono troppo l'amore <3<3<3

Profile

shinhiroki: (Default)
shinhiroki

April 2017

S M T W T F S
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Jul. 21st, 2017 04:44 pm
Powered by Dreamwidth Studios