shinhiroki: (cucciolo)
[personal profile] shinhiroki
TITOLO: Il cuore delle tenebre 2 -il regno di Kohaku-
FANDOM: Arashi
GENERE: angst, au, fantasy
PAIRINGS: ohmiya/sakumoto/aimoto/tomaiba/nagaiba
RATING: R

Capitolo 13

“In base ai miei calcoli, siamo molto vicini al regno perduto di Kohaku” brontola offeso Subaru.
Si era risvegliato scosso con forza da Kazunari e si era ritrovato il carro sporco di vomito ma Sho, che ha scoperto essere l'autore del misfatto, non ha alzato nemmeno un dito per ripulire ed è toccato a lui.
“Si insomma... non è che ora risplenda e profumi di pulito...” commenta storcendo il naso il mezzo demone seduto sul cassone del carro vicino a Subaru.
“Allora puliscilo tu!”
“Non sono stato io vomitare...vero Sho?” ridacchia la Kitsune stuzzicando il cavaliere.
“Piantala furetto”
Satoshi tiene d'occhio l'impostore che non ha aperto più bocca da quando si sono rimessi in marcia verso Kohaku.
Spera che Jun stia bene e che l'impostore non li abbia smascherati dopo ciò che è accaduto con Sho.
“Guardate! Eccolo finalmente!” esclama Subaru quando fermano i cavalli e, dall'altura sulla quale si trovano, vedono a valle i resti di quello che un tempo fu un rigoglioso regno con il proprio villaggio e al centro il castello costruito intorno all'ormai secco albero di ciliegio.
Sho prova una stretta al cuore, il regno dei suo avi non è caduta preda di nessun approfittatore, può riprendersi ciò che gli spetta.
“Viva la decadenza!”esclama Kazunari.
“Scendiamo a valle” propone Sho.
Trovato il sentiero tortuoso, il gruppetto scende nella valle abbandonata.
Sho guarda ovunque: ci vorrà del tempo per riportare tutto allo splendore di un tempo ma non vuole scoraggiarsi già da ora, ce la farà!
Dal canto suo, Tatsuya freme d'eccitazione. Nessuno sospetta l'amara verità.
Kohaku sarà la tomba di Sho e Jun non appena entreranno nel palazzo.
“Il palazzo di Diaspro” annuncia Subaru non appena sono abbastanza vicini da vedere il palazzo reale.
“Non è completamente distrutto per fortuna. Ci penserò io ora a riportare gloria al mio regno”
“Ah si? Il tuo Regno? Sei sicuro che sarà così facile riprenderti il regno?” tuona una voce. Tutti si guardano attorno, perfino Tatsuya spalanca gli occhi.
“Chiunque tu sia rivelati!” esclama Sho sfoderando la spada.
Il portone mezzo caduto del castello salta in aria spargendo schegge e polvere che, una volta dispersi, lascia vedere una figura in armatura, il cavaliere misterioso.
Quindi l'impostore non è lui.
Pensa Sho guardando il finto Yamiyo che, come loro, è scioccato.
Cosa diamine sta combinando Taro Matsumoto? Questo non era nei piani.
“La nostra sfida non è ancora finita, Sakurai Sho” afferma il cavaliere misterioso.
Il piano del padre di Yamiyo è quello di guadagnare tempo e permettere al figlio di arrivare.
“Sono sempre pronto a combattere” dichiara Sho un po' preoccupato però.
Il cavaliere misterioso è potente e non sa cosa possa fare l'impostore. Continuerà la recita o calerà la maschera mostrandosi a loro?
“Tieniti pronto a tutto” sussurra a Kazunari che annuisce “Fatti avanti cavaliere. Non andrà come la volta scorsa! In guardia!”
Sho si lancia subito all'attacco, veloce come un fulmine anche il cavaliere sfodera la spada e si difende e i due ingaggiano un feroce duello.
Taro Matsumoto non si risparmia, combatte come se fosse un allenamento ma nemmeno Sho si limita continuando a mulinare colpi e a parare quelli dell'avversario.
Satoshi alterna lo sguardo tra il combattimento dei due cavalieri e il finto Yamiyo che non sta facendo assolutamente niente.
Guardando però il cavaliere misterioso, a Satoshi ricorda qualcuno ma non capisce chi.
Il combattimento continua senza arrivare a un vincitore e un perdente.
“Sta temporeggiando quella lattina sconosciuta” afferma Kazunari rivolto a Satoshi “Tu che dici?”
“Si... pare anche a me” risponde Satoshi a cui viene in mente un'idea, forse un po' azzardata ma deve pur provare “Jun!” Tatsuya si volta nella sua direzione “Jun intervieni o Sho perderà!”
“Si...” risponde quello non troppo convinto.
Il comportamento dell'impostore è ancora più sospetto. Non si sta comportando come il fumantino Yamiyo che sarebbe subito intervenuto per mettere fine al duello, stufo per il lungo prolungarsi e per di più non sembra neanche intenzionato a rivelarsi.
“Jun fai qualcosa!” gli urla ancora.
Tatsuya sta freneticamente facendo lavorare il cervello in cerca di una soluzione.
Perché Matsumoto ha attaccato Sho? Non gli era stato ordinato alcun che.
Pensa Tatsuya! Pensa!
Da lontano il ruggito di un animale paralizza sia i combattenti che gli spettatori.
Tatsuya sbianca.
Non può essere lui... Jun è rinchiuso nella gabbia magica nella sala del trono del palazzo...vero?
Tutti si guardano attorno.
“Ci sono le tigri in questo regno?!” trema Subaru, l'unico ignaro di cosa stia accadendo realmente.
Un innaturale silenzio li avvolge me nulla accade. Continuano a guardarsi attorno aspettando che succeda qualcosa e, poco dopo, la loro attesa viene premiata: un puma nero si lancia nella vallata e a grandi falcate li raggiunge.
Tatsuya non crede ai propri occhi.
Jun non solo è riuscito a scappare dalla sua prigione ma, se ora si trova in forma animale, vuol dire che ha recuperato i poteri oscuri questo vuol dire che è così intenzionato a sconfiggerlo da aver sacrificato anche i sentimenti del cavaliere della guerra ecco perché Sho dice di non amare più Yamiyo.
Il puma si drizza sulle zampe posteriori e avviene la metamorfosi da bestia a uomo.
Il cuore di Sho accelera i battiti: Yamiyo è lì finalmente e sembra in ottima salute. Quando anche il muso sparisce lasciando spazio al bel viso del ragazzo, Sho non ha più dubbi, non ha mai smesso di amarlo nemmeno per un istante.
Tatsuya cerca di salvare la situazione prima che gli si rivolti contro.
“Ehi tu! Chi diavolo sei? Come ti permetti di usare il mio aspetto?”
“Io?” chiede Yamiyo divertito “Sono Yamiyo. Il vero Yamiyo. Erede al trono del Regno di Ametista”
“Tu non sei nessuno! Io sono il solo e unico Yamiyo!”
“Due....due Yamiyo... che il cielo ci aiuti...” sospira Subaru.
Sho non stacca gli occhi da quello che sa per certo essere il vero Yamiyo. Sembra davvero un principe con quel suo atteggiamento altezzoso.
“Sho...tu lo sai che sono io il vero Yamiyo” insiste Tatsuya.
Anche se Sho non ama più Yamiyo, resta sempre un idiota “Quello è solo un impostore che si finge me!”
“Ma davvero ti affidi all'intuitività di Sho.... Tatsuya?”ribatte Yamiyo e tutti si voltano a guardare l'impostore “Sei tu quello che si finge, malamente, me. Sei talmente stupido che hai confuso il buon cuore di Masa per qualcosa di più ma lui non ti ha mai amato” afferma e Tatsuya cerca di mantenere la calma.
“Io... sono Yamiyo. Tu sei il vero Tatsuya” ribadisce “Sho. Difendimi” e se non fosse già stato scoperto da subito, lo sarebbe ora. Anche Subaru capisce che quello che ha viaggiato con loro non è il vero mago.
“Con molto piacere” dichiara il cavaliere “Kazunari tocca a te”
“Signorsì Signore!”
Il mezzo demone finge di tirare qualcosa addosso a Yamiyo ma poi la lancia addosso all'impostore.
Una nuvola di fumo maleodorante avvolge Tatsuya per pochi istanti e quando si disperde lascia intravedere l'impostore tutto sporco che ancora tossisce.
“Kazu ma quella...”
“Si! É sterco! Invece di lanciargli addosso una delle solite foglie bombe, gli ho lanciato una cacca bomba a quel culo di scimmia”
Yamiyo fa un sorrisetto beffardo.
“Tu...lurido mezzo demone...”
“La prossima volta recita meglio stronzo”
“Ti sei scoperto subito” afferma Satoshi “Conosci Jun da una vita eppure non ti sei mai comportato come lui”
Al limite della sopportazione, Tatsuya torna alle sue vere sembianze.
“Oh così la merda che hai addosso si abbina perfettamente alla tua faccia”ridacchia Kazunari.
“Me la pagherete...” sibila Tatsuya ripulendosi grazie alla magia.
Sho, si avvicina a Yamiyo.
“Sono contento che tu stia bene” gli sorride, visibilmente sollevato “Ho capito subito che quello non eri tu...”
“A dopo tutto questo” lo interrompe il mago “Ora aiutami a sconfiggere quel bastardo”
“Vuoi davvero il mio aiuto?” chiede Sho sorpreso della richiesta.
“Non fare quella faccia da allocco e obbedisci”
“Agli ordini amore! Stai attento a...”
“Amore? Cala le ali eh...” sbuffa Yamiyo “Ma tu non ti eri dimenticato di me?”
“A dopo tutto questo” sorride Sho riprendendo le parole del ragazzo che rotea gli occhi “Però davvero stai attento a quel cavaliere... è molto abile”
“Ti ringrazio” dice quello facendo un breve inchino “Tu però vedi di impegnarti di più” afferma il cavaliere togliendosi l'elmo dell'armatura.
“Non...ci posso credere...”
“E' una maghetta...più vecchia!” esclama Kazunari stupefatto.
“Oh mio Dio! Ma certo!” esclama Satoshi battendosi una mano sulla fronte !Come ho fatto a non arrivarci prima? Taro Matsumoto, il padre di Jun era soprannominato il cavaliere d'argento per via della sua splendente armatura! Sono passati così tanti anni che me ne ero scordato e poi... a Midori tutti credevamo che fosse morto in battaglia.”
“Tu...” sibila Tatsuya “Non puoi aver spezzato il mio potente incantesimo di asserimento!”
“Non si è spezzato infatti. Non c'è mai stato...è diverso. E tu sei talmente idiota da averlo creduto”
“Maledetto”
“Riconsegnami la spada Murasaki e ti prometto, Tatsuya, una morte veloce” dichiara Yamiyo.
“Pensi di farmi paura? Voi non potete battermi!”
“Padre, proteggi Satoshi, la volpetta e l'anziano. A quel bastardo ci pensiamo io e Sho”
“Jun...”
“Fai come ti dico” il padre annuisce, poco convinto “Fatti sotto Tatsuya!”
Quello non se lo fa ripetere due volte e, usando la spada Murasaki si lancia contro l'avversario che schiva per un pelo il suo fendente.
“Tutto qui?” lo provoca.
“Ho la tua spada con l'Heliolite e a quanto pare il tuo amato cavaliere ha ancora i suoi sentimenti per te, dunque non vi hai rinunciato per avere di nuovo i poteri oscuri e sei debole. Posso sconfiggerti quando voglio Jun”
“Non cantare vittoria tanto facilmente”
Nella propria mano, Yamiyo fa apparire una spada per contrattaccare.
“E non ti dimenticare di me” aggiunge Sho.
“Siete una coppia patetica. Vi siete proprio trovati” commenta Tatsuya disgustato.
Yamiyo lo attacca e inizia un duello tra i due.
Sho non riesce nemmeno a intervenire tanto i due sono veloci.
“Però sembra in forma” commenta la Kitsune, lontano dalla battaglia, tutto accoccolato a Satoshi.
“Non può batterlo...” mormora Taro Matsumoto “Deve unire le forze con Sho...pensavo lo avesse finalmente capito e invece... di questo passo... finirà male”
“Cosa intendete Duca ...cioè... con che titolo dovrei chiamarvi?”
“Sono il re di Ametista...” sorride.
“Vostra Maestà allora”
“Quindi ora la maghetta è pure principessina...” se la ride Kazunari.
“Per sconfiggere Tatsuya, Jun e Sho devono unire le forze” afferma l'uomo.
Dal canto suo Sho, ha provato qualche volta a intromettersi nello scontro, venendo sempre allontanato dall'eco della magia dei due maghi che continuano ad affrontarsi senza riserve.
“Non puoi battermi Jun”
“Non sprecare fiato Tatsuya. Questa volta ti sconfiggerò definitivamente” ribatte Yamiyo ma l'avversario lo allontana colpendolo con l'impugnatura della spada allo stomaco.
“Hai rovinato i miei piani te ne devo dare atto ma pensi veramente che io non abbia un piano di riserva?” sorride malignamente Tatsuya.

“Non si sente più nulla...” dice Kazunari “Magari Sho e la maghetta hanno finalmente sconfitto culo di scimmia”
“Maledizione non sono tranquillo. Voi restate qui!” intima Taro Matsumoto ai ragazzi e corre dal figlio.
I due maghi si stanno guardando, immobili. L'aria che si respira intorno a loro è carica di odio.
“Jun! Scappa!” gli urla il padre arrivando di corsa.
“Non scapperò. Ucciderò finalmente questo stronzo”
“Ha la spada Yougan!”
Sho guarda nelle mani di Tatsuya in cui si è materializzata la spada dei suoi avi.
“Come fai ad averla tu?” chiede Sho.
“Sei stupido quanto tuo figlio, Taro” afferma Tatsuya ignorando la domanda di Sho “Pensavi che me ne sarei andato in viaggio con quei poveracci, lasciando la preziosa spada Yougan al castello con te e Jun anche se imprigionato? Me la sono portata dietro...ma ora basta giocare. Ho già perso fin troppo tempo con voi”
“Dobbiamo andarcene!” grida Taro.
“Non scapperò padre. Questa storia deve finire qui! Ora!”
“Jun non essere irragionevole”
Tatsuya incrocia le spade Murasaki e Yougan e schizza all'attaco, bersaglio, Yamiyo che si mette in posizione di difesa pronto a ricevere il colpo dell'altro ma Sho si mette in mezzo.
Le due spade lo colpiscono e intorno a loro parte un'esplosione ma Taro interviene più prontamente possibile, facendo scomparire tutti lasciando da solo Tatsuya a Kohaku.

“Dove siamo?” chiede Kazunari perplesso quando capisce che non sono più nel regno perduto.
Yamiyo sta sorreggendo Sho che, colpito al petto, sta sanguinando copiosamente.
“Perché siamo qui padre?! Potevo sconfiggerlo!” gli urla contro il figlio.
“Ha due spade magiche, una delle quali rinforzata dell'heliolite e in più enormi poteri oscuri e tu che hai Jun? Pensavo avessi capito cosa dovessi fare invece ti comporti come un bambino!”
“Maestà...” un uomo appare sul portone del castello di Lavanda.
“Okada...”
“Eravamo tutti così in pensiero per voi!”
“Ne parleremo dopo! Ora raduna quanti più domestici possibili e porta il ragazzo nella camera del principe. Potrebbe morire se non ci muoviamo! E chiama il medico Honda”
“Come desiderate” Okada, efficiente, si muove e, aiutato dai domestici trasporta Sho all'interno del palazzo.
“Voglio tornare a Kohaku. Rimandatemi là padre” afferma Yamiyo.
“Per farti uccidere? No Jun. Tu non ti muovi di qui” gli ordina severo “Prega che Sakurai Sho non muoia o con lui morirà anche l'ultima speranza che ci resta di non soccombere a Tatsuya” detto questo entra nel palazzo.
“Jun... che sta succedendo? Non ci stiamo più capendo niente...”
“Non ho tempo per le spiegazioni. Devo assicurarmi che Sho non muoia” afferma muovendo un passo in avanti ma Satoshi lo trattiene per un braccio.
“Se ne sta occupando tuo padre e direi che al momento è l'unico Matsumoto lucido e soprattutto ha il potere per salvargli la vita, cosa che tu non puoi fare”
Punto sul vivo, Yamiyo abbassa lo sguardo.
“D'accordo... vi dirò tutto”
Si fanno accompagnare in uno dei salotti del castello e lì, una volta rimasti solo loro quattro, il mago racconta loro dal momento in cui erano caduti nella trappola di Tatsuya e lui era stato ferito e catturato per essere poi imprigionato. Racconta loro anche dei ricordi recuperati del periodo del suo addestramento magico, senza omettere nulla e di come ha chiarito la situazione con Masaki, ora conteso dal mago Toma e l'arciduca Nagase, cugino di Sho spedito a Midori dal padre di Sho per trovargli una moglie.
A questa rivelazione Kazunari scoppia a ridere.
“Quell'uomo è assurdo!” afferma tra le lacrime.
“Sta combattendo contro i troll aldilà del male e non sembra stia andando bene la guerra e cosa pensa lui? A trovare un moglie al figlio solo per allontanarlo da te...” commenta disgustato Satoshi.
“Non ti vuole come nuora! Eppure sei anche una principessa! Se tu e Sho vi sposaste e figliaste come conigli unirete i due regni!”
“Per me può anche creare un harem per Sho non me ne importa un accidenti ma deve lasciare in pace Masaki e non infastidirlo con le sue richieste” sbuffa il mago.
“Sho comunque non è interessato a trovarsi una moglie...”
“Non me ne importa nulla!” strilla Yamiyo “Preoccupiamoci piuttosto di Tatsuya! Dobbiamo eliminarlo!”
“Da quanto afferma tuo padre, per sconfiggerlo, tu e Sho dovete unirvi”
“Si...” ringhia a denti stretti “Me lo continua a ripetere”
“Sempre se sopravvive...”
In quel momento la porta si apre e Okada, l'uomo di fiducia del re di Ametista, entra nella stanza.
“Principe Jun...” esordisce con un inchino e Kazunari riprende a ridere, interdendo l'uomo.
“Lascialo perdere... è solo un cretino” minimizza Yamiyo “Ditemi Okada”
“Vostro padre, il re, vi manda a chiamare. Si tratta del principe di Kohaku...”
“D'accordo. Occupatevi dei miei amici”
Esce dal salotto e, seguendo il via vai frenetico dei domestici, raggiunge quella che dovrebbe essere la sua stanza da letto.
“Padre...” dice entrando e tutti si inchinano al suo ingresso “Sho...come sta?”
“Grazie potete andare” congeda i servi il re e parla al figlio solo quando restano loro due in camera “E' vivo. Non ho potuto curare la ferita completamente con la magia poiché la ferita è stata inferta con l'ausilio di due spade magiche e i poteri oscuri. Il segno gli resterà temo”
“Sho può benissimo vivere con una cicatrice addosso”
“Jun...” scuote la testa il padre “E' ferito perché ti ha protetto”
“Nessuno gliel'ha chiesto!” sbotta Yamiyo infastidito “Si è messo in mezzo di sua iniziativa”
“Si è messo in mezzo perché è innamorato di te! E se non fossi assolutamente certo che anche tu provi qualcosa per lui neanche mi sarebbe venuto in mente di dire che l'unica soluzione che abbiamo per sconfiggere Tatsuya siano le vostre forze unite!”
Yamiyo sta per ribattere ma si sentono dei rantoli provenire dal letto così, padre e figlio si zittiscono.
“Ya...mi...yo” geme Sho.
“Questa è la tua stanza. Ora tocca a te badare a lui” decreta Taro Matsumoto uscendo dalla stanza.
Il mago si avvicina al letto mentre Sho si sta mettendo a sedere.
“Non ti muovere troppo o la ferita si riaprirà” lo ammonisce.
“E' solo un graffio” sminuisce Sho “Tuo padre mi ha curato davvero bene”
“Potevi morire”
“Anche tu se non facevo qualcosa. Non ho intenzione di permettere che ti succeda ancora qualcosa”
“Come sei teatrale” sbuffa Yamiyo “E poi hai detto tu che non mi più. Quale liberazione!”
“Ho sentito cosa stavate dicendo tu e tuo padre”
“Si stavamo urlando...”
“Non cambiare discorso. Anche tu mi ami non è così?” chiede il cavaliere.
“Seeeeh sogna pure”
“Smettila con questo atteggiamento” si accalora Sho levandosi in piedi nonostante dovrebbe stare calmo “Dimmi la verità. È come sostiene tuo padre? Provi qualcosa per me?” gli domanda ma quello gli da le spalle.
Sho lo fa voltare verso di sé ma l'altro continua a non guardarlo.
“Se ti amo è anche per questo tuo lato impassibile ma ora ho bisogno di sapere la verità” gli prende il viso tra le mani voltandolo verso il proprio “Non voglio più giocare Matsumoto Jun... o Yamiyo... o come diavolo vuoi essere chiamato”
Il mago, finalmente solleva lo sguardo e incontra gli occhi castani di Sho fissandoli ma restando comunque in silenzio.
Sho lo guarda intensamente prima di mettere la mano sulla sua nuca e baciarlo con passione.

Date: 2016-03-19 06:39 pm (UTC)
From: [identity profile] vampiretta87.livejournal.com
Non si fa! Non si conclude un capitolo così! *disse quella che fa la stessa cosa*
Vogliobil prossimooooooo e voglio che finalmente Jun aprà gli occhi dopo questo bacio.
Scriviscriviscriviscrivi......

Date: 2016-03-20 11:13 pm (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Ho imparato dalla migliore a troncare così sul più bello i capitoli! <3

Date: 2016-03-22 02:14 pm (UTC)
From: [identity profile] faby20m.livejournal.com
Ohhh finalmente un bacio tra sti due scemottiiiii <3<3<3<3 cioè ho dovuto attendere questo momento per 13 capitoli non è possibile XDD
Che poi il bello è che nella prima serie non facevano altro che sbaciucchiarsi e magari Yami non provava ancora nulla per Sho... ora invece che è innamorato perso... perché lo è punto u__u... mi fa penare per un bacio 13 capitoli XDD Jun ma quanto sei complicato XD ti adoro <3<3<3
Quindi ora basta temporeggiare, Yami dillo quello che provi e facciamola finita u__u che tanto ormai lo sanno tutti e pure Sho grazie a suo suocero XDD
Anche perché io non posso più aspettare, UNITEVIIIII *_________* che dovete farmi fuori culo di scimmia che non se ne può più... solo per questo, mica per altro u__u *non ci crede nessuno XD*
e meno male che c'è Nino che lo ricopre di sterco va' a quel coso inutile XDD
Sho è stato meraviglioso negli ultimi capitoli <3 non faccio che tessere le sue lodi ormai :3 e il suo cuoricino che batte all'impazzata alla vista del vero Yami... ahhh l'amore <3<3<3 e a momenti rischia la vita per salvarlo, attento topolino! Che già la parola angst si ripete nella mia testa da un paio di capitoli a questa parte... tutta colpa dell'autrice u__u... non farmi spaventare pure tu >__< XD
Avanti su entrate in azione che non vedo l'ora *________________* le spade devono ritornare ai legittimi proprietari e poi c'è ancora un regno da riprendersi :3 Jun è sistemato grazie al fighissimo papà XD ormai è pure ufficialmente principe XD ma Sho non ha ancora un bel niente in mano... e meno male che l'idea di riprendersi tutto era partita da lui XDD
Quindi è il momento della resa dei conti ormai *________________* ancora ancoraaaaaaa che interrompere il capitolo così è puro sadismo u__u XDD
seguito seguito seguitoooo *__________*
Grazie mille <3<3<3<3<3<3<3<3<3

Date: 2016-03-22 05:55 pm (UTC)
From: [identity profile] yukineko-chan.livejournal.com
Avevo deciso di aspettare la fine di questa seconda 'serie' per commentare, ma dopo aver letto questo capitolo non posso più attendere e devo dire la mia U.U
Come al solito adoro quello che scrivi. Non so come fai ad unire comicità a serietà in modo così fantastico...per non parlare che le descrizioni dei luoghi, dei personaggi e della storia attorno a cui ruota il tutto è così particolareggiata e chiara che più di leggere una fics mi sembra di leggere un romanzo *_*

Detto ciò è ora di entrare in modalità fan....
Sappi che per quanto ti adoro al momento ti odio da morire...Ho aspettato un'intera serie più 13 capitoli di continuo per vedere Sho che tira fuori gli 'attributi' e si prende quello che vuole...e tu fai finire il capitolo sul più BELLO???!!!
Posso capire che i cliffhanger (o come cavolo si scrive) rendono il tutto più interessante, ma in questa circostanza ci vuoi vedere morte xD

Ad ogni modo faccio un paio di considerazioni sui Sakumoto:

- Sho in questo capitolo ti amo da impazzire!! Fino ad ora ti stimavo per l'infinito amore che provavi per Yamiyo nonostante non ti ricambiasse, ma allo stesso tempo ti avrei preso a padellate dandoti del pirla per il modo in cui ti facevi trattare (ovvero uno zerbino). Poi si sà che l'amore rende stupidi, ma se invece di farti quasi ammazzare per difendere il tuo amore l'avessi preso e sbattuto al muro (in tutti i sensi) mi avresti resa più felice. (scusate lo sfogo da maniaca, ma Sho mi ha fatto esasperare xD)
Per fortuna ti sei fatto perdonare in questo capitolo e hai dimostrato che non sei solo un topolino, ma un uomo con gli attributi quando vuoi!
Faccio il tifo per te, per cui lega al letto Yami e non permetterli di scappare u.u

E Yamiyo...ok che ti amo anche con quel tuo carattere odioso, ma ora vedi di stare zitto ed usare quella tua linguaccia per fare altro u.u
Che poi dai, tutti ti hanno sbattuto in faccia il fatto che ami Sho..pure Masaki e tuo padre...per cui smettila di negarlo a te stesso e vedi di seguire il consiglio di Kazu e figliare come un coniglio con Sho <3

Ultima cosa: Ti prego, fai che Masaki scelga Toma...con Nagase proprio non ce lo vedo, e dopo aver letto tutte le tue fics con il Tomaiba ormai mi sono affezionata a questo pairing lol

E questo è quanto...spero che non ci farai penare troppo per leggere il prossimo capitolo, e vedi di renderci tutte felici!

Date: 2016-03-25 07:00 am (UTC)
From: [identity profile] tempestarashica.livejournal.com
Sulla frase finale mi sono trattenuta dall'urlare di gioia limitandomi ad un gridolino strozzato! vai Sho! è arrivato il momento di AGIRE! In tutti i sensi! <3 Aaaaah *tifo da stadio*
<3

Profile

shinhiroki: (Default)
shinhiroki

April 2017

S M T W T F S
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Jul. 21st, 2017 04:44 pm
Powered by Dreamwidth Studios