shinhiroki: (aka chan)
[personal profile] shinhiroki
TITOLO: Il cuore delle tenebre
GRUPPO: Arashi
GENERE: angst, au, fantasy
PAIRINGS: ohmiya/sakumoto/aimoto
RATING: R

Capitolo 13

“Jun?” lo chiama Satoshi salito di corsa sulla torre con Kazunari “Che stai facendo?” chiede vedendo il cielo diventato nero come la pece e i soldati che, ai piedi del castello, continuano a riprodursi uno dopo l'altro dopo dalla nube.
“Sto finendo di reclutare il mio esercito per attaccare l'infame”
“Jun sei sicuro? Vuoi davvero andare fino in fondo con questa vendetta?”
“Si” è la semplice risposta di Yamiyo che tiene lo sguardo fisso rivolto al palazzo reale.
“Perché hai bisogno di così tanti soldati neri?” chiede Kazunari “E' evidente che sei superiore a lui con i poteri che ti ritrovi...”
“Ho già fatto una volta l'errore di sottovalutare quel culo di scimmia. Non ho intenzione di di farlo una seconda volta. Non lascerò nulla di intentato.”
“Pensi che Toma ti darà così tanto filo da torcere?”
“Il problema non è Toma... la prima cosa che verrà distrutta è la sua banale barriera magica a difesa del palazzo”

“Vostra Maestà che facciamo?” chiedono alcuni dei nobili che non hanno ancora lasciato il palazzo.
“Abbiamo a proteggerci il cavaliere della guerra e il mago bianco non abbiamo nulla da temere” afferma Tatsuya guardando Sho.
Questo si volta verso il mago che sta sfogliando freneticamente dei libri.
Povero Toma... verrà spazzato via in un battibaleno dalla furia di Jun se ha tutta questa paura...
Pensa Sho quasi dispiaciuto per lui.
Avere Yamiyo come avversario di certo non renderebbe felice nessuno.
Si nota lontano un miglio che ha una paura folle e non sa dove sbattere la testa.
Se l'idea della barriera non gliel'avesse suggerito Tatsuya , Toma, per l'agitazione non ci aveva nemmeno pensato.
Jun, tra poco ci troveremo l'uno di fronte all'altro a combatterci come nemici come è giusto che sia....ma ho davvero pensato di essermi avvicinato almeno un po' a te....ma mi sono sbagliato.
Non so nulla di te...
“Cavaliere” lo chiama Tatsuya risvegliando Sho dai suoi pensieri.
“Si?”
“Preparatevi. Dovete evocare il Drago Scarlatto”
“Adesso? Neanche si sono avvicinati i soldati di Jun...”
Jun?
Si chiede Toma fermandosi dal suo frenetico lavoro guardando il cavaliere.
“Pensate che evocare un drago sia semplice? Pensate di urlare DRAGO! E quello comparirà così dal nulla? Siete così stupido?”
Sho digrigna i denti.
Stupido sei tu, brutta merda!
“Preparatevi!”
Sho si congeda e va fuori in giardino seguito da Toma.
“Aspetta Sho!” lo chiama il mago.
“Cosa c'è Toma? Devo andare a prepararmi per evocare il lucertolone!” dice acido.
“Perché prima hai detto che non hanno ancora attaccato i soldati... di Jun? Chi è Jun? Non è Yamiyo il nostro nemico?” chiede mentre arrivano alla fontana.
Sho lo guarda per qualche istante prima di sospirare.
“Jun... è il vero nome di Yamiyo”
“E tu come fai a saperlo?” chiede ancora Toma così Sho gli racconta per filo e per segno quello che è successo.
“E perché sono collegati che Yamiyo ha rapito Satoshi?”
“Non lo so...”
“Perché hai deciso di aiutare il re alla fine?”
“Voglio salvare il regno”
“Non sembri proprio nella condizione migliore per salvare un regno... sembri più un innamorato rifiutato...” afferma Toma facendo arrossire Sho.
“Che...che dici?!”
“Io non ci capisco più niente...” sbuffa Toma sedendosi sul bordo della fontana “E' tutto così assurdo e complicato! Non riesco più a distinguere dove finisce il bene e inizia il male ora che tu mi hai confidato tutto...”
“Resta il fatto che Yamiyo è potente e tra poco il suo esercito saranno qui...”
“Credo di sapere cosa vuole Yamiyo” afferma Toma e Sho lo guarda “Ne sono praticamente certo” dice rialzandosi ed entrando nella vasca della fontana toccando la colonna centrale.
Sho lo guarda un po' perplesso fin quando il mago non riesce a trovare il punto esatto da toccare per far apparire il passaggio segreto.
“E questo?”
“Zitto e vieni con me” dice Toma afferrandolo per un braccio e tirandolo per i corridoi sotterranei fino alla gigantesca porta ora facilmente apribile grazie alla chiave lasciata nella toppa.
Toma lascia Sho solo quando si ritrovano davanti al ragazzo nella teca.
Il cavaliere si avvicina e osserva il ragazzo all'interno.
“Chi è?” chiede a Toma.
“Satoshi ha detto che questo è il legittimo erede al trono di Midori”
“Eeeeeh?!”
“Sapevo che quello nascondeva qualcosa.... è un usurpatore di troni... per quello Yamiyo vuole vendetta...”
“Vuole riprendersi il regno... per lui?” si chiede Sho sentendosi tirare dietro un pilastro e guarda Toma che gli fa segno di stare zitto.
Dall'altra parte della grotta si apre un altro passaggio segreto e compare Tatsuya, non accortosi della presenza di Toma e Sho.
Il re sfiora la teca che al suo tocco svanisce.
“Ciao... Masaki...” sorride accarezzandogli i capelli.
Sho sgrana gli occhi incredulo. Quel nome... Masaki... lo ha già sentito uscire dalle labbra di Jun...
Quel ragazzo addormentato non solo è il legittimo re di Midori... ma è anche la persona per cui Jun sta scatenando una guerra.
Quel Masaki... per Jun...
“Devi aspettare ancora un po' amore mio...” sta dicendo intanto Tatsuya prendendo la mano di Masaki “Jun non riuscirà a dividerci... non ti avrà mai Masaki. Può essere diventato un mago oscuro ma non può competere con me. Questa volta non avrò pietà. Lo ucciderò e noi, finalmente potremo stare insieme” afferma Tatsuya toccandogli il viso prima di baciarlo sulle labbra “Aspettami Masaki toglierò di mezzo ogni ostacolo e poi ti risveglierò...” sorride il re dandogli un altro bacio prima di far apparire nuovamente la teca intorno al corpo del ragazzo e andarsene da dove è venuto.
Sho si avvicina a Masaki e sta per toccarle la teca ma Toma lo ferma.
“E' meglio di no. Se c'è un incantesimo tattile Tatsuya si accorgerebbe di noi e saremmo spacciati... Sho? Stai... stai piangendo?” chiede vedendo l'altro con le guance bagnate di lacrime.
“Jun...Jun ama lui...”
“Sei davvero innamorato di uno così?” chiede Toma scioccato “E' un mostro che non ha rispetto per niente e nessuno Sho! A lui interessa solo la sua vendetta!”
“Vuole vendicare lui...” singhiozza Sho come un bambino ricevendo uno bel pugno dall'altro “Ma che...”
“Smettila di fare la femminuccia!” gli urla contro il mago “E' il momento di tirare fuori le palle!”
“Questo dovrei dirlo io a te...”
“Tutti e due allora” afferma Toma.
“E che hai pensato di illuminante visto che eri nel panico più totale poco fa?” chiede Sho sarcastico.
“Dobbiamo salvare il regno!” annuncia Toma fulminando Sho che stava per dire qualcosa “Lo salveremo dal falso re e da Yamiyo”
“Che vuoi dire?”
“Voglio dire che sconfiggeremo sia l'uno che l'altro ridando Midori al legittimo re qui presente”
“Sono d'accordissimo sullo sbarazzarmi di culo di scimmia...” conviene Sho “Ma su Jun...”
“Ha sterminato villaggi interi per una vendetta personale Sho! Tatsuya si è preso il regno ed è da eliminare. Yamiyo o Jun o come accidenti si chiama poteva benissimo denunciarlo ai generali, al massimo poteva ammazzarlo senza fare tanto casino...invece no! CI siamo andati in mezzo tu, io e il regno intero! E' sbagliato! E' un crimine!” esclama Toma infervorato.
“Si è sbagliato... ma da qui a uccidere Jun...”
“Svegliati rimbambito. Yamiyo è un mago oscuro. Non gli interessa nulla della tua pietà e poi... lui non è interessato a te come tu lo sei di lui. Se ha fatto tutto sto casino è perché è un folle squilibrato che oltretutto vuole un altro uomo! Anche se non è detto che questo tizio addormentato ricambi...”
Spero proprio che non ricambi.
Pensa Sho rabbrividendo della cattiveria appena pensata.
Ci scommette che anche il legittimo re vuole Jun.
Il ragazzo nella teca di certo provava qualcosa per Jun, anche se è la prima volta che lo vede in vita sua e non ci ha mai parlato ma può metterci la mano sul fuoco che i due fossero innamorati.
Ed ecco spiegato perché Jun voglia così tanto vendicarsi di Tatsuya.
All'improvviso tutto intorno a loro inizia a tremare.
“Che succede?”
“La barriera magica! Siamo sotto attacco!” strilla Toma andando verso l'uscita “Muoviti Sho! Che fai lì impalato?”
“E lui?” chiede Sho indicando Masaki.
“E' protetto dalla teca! Andiamocene o Tatsuya ci scoprirà!”
Sho segue Toma fuori dal passaggio segreto e vede i soldati neri di Yamiyo che stanno ripetutamente colpendo con potenti colpi la barriera magica eretta da Toma.
“Cavaliere! Muovetevi ad evocare il Drago Scarlatto!” urla Tatsuya arrivando di cosa.
“E come devo fare?!”
“Sho” lo chiama Toma voltandolo verso di sé “Fidati di me”
“Non so se voglio fidarmi di te...non sembri sapere quello che si deve fare...” dice Sho preoccupato, spaventandosi ancora di più quando vede Toma far comparire nella propria mano un coltellaccio enorme “Ohi Toma che vuoi fare con quello?”
“Stai tranquillo non voglio tagliarti il pistolino”
“Pistolino? Senti un po'... ahu!” strilla Sho quanto il mago, presogli il braccio destro, fa un taglio profondo “Fa maleeeee” piagnucola Sho.
“Oh ma smettila!” lo ammonisce accendendo con un semplice gesto il fuoco su di un mucchietto di legna.
“E ora che devo fare genio?” chiede Sho vedendosi spinto nel fuoco.
Inizia ad urlare temendo di ardere vivo.
“Smettila di frignare Sho! Non stai bruciando! Domini le fiamme!”
Sho apre gli occhi. Non sta arrostendo come un porceddu anzi, le fiamme accarezzano il suo corpo.
Il sangue ribolle nelle vene.
La sensazione è inebriante. Sente il potere del fuoco unirsi a ogni fibra del suo essere.
Chiude gli occhi senza paura adesso e si estranea dal mondo prestando ascolto solo alle fiamme che arrivano fino al suo cuore incendiandolo.
<< Guardiano Sho, discendente dei Sakurai>> sente rimbombare nella propria mente. Una voce bassa e roca.
“Sei tu Drago Scarlatto?”
<< Si sono io. Mi chiama Souon e sono il Drago Scarlatto della famiglia Sakurai antichi re di Kohaku...>>
“Aspetta Souon... come... re di Kohaku?”
<< Ogni cosa a suo tempo guardiano. Ora dimmi... come mai dopo tanti secoli un Sakurai sta cercando di evocarmi?>>
“Aiutami a salvare il regno di Midori”
<< Perché?>>
“Il trono di Midori è stato usurpato da un bastardo. Dobbiamo combattere contro dei soldati creati da una magia potente e oscura...”
<< A quanto pare c'è molto lavoro qui per me... perfetto allora. Verrò in tuo aiuto guardiano Sho>>
“Grazie Souon”
<< Ma prima... voglio farti una domanda>>
“Certo chiedimi pure”
<< Il tuo cuore... sei innamorato>>
“Si lo sono” ammette Sho non potendo mentire.
<< Ma è un amore non corrisposto... così ti senti rifiutato. Ed ora sai che la persona che ami combatterà contro di te senza alcun tipo di rimorso...sei sicuro di riuscire a combattere nonostante tutto?>>
Sho prende dei profondi respiri prima di riaprire gli occhi.
“Voglio combattere! Drago Scarlatto Souon! Io Sakurai Sho guardiano dei draghi e cavaliere della guerra ti evoco! Appari al mio cospetto!” esclama Sho mentre le fiamme avvolgono interamente il suo corpo fino a creare una colonna di fuoco che arriva al cielo.

“Ma quello... cos'è?” chiede Satoshi vedendo la colonna di fuoco provenire dal castello “Jun?”
“Non lo so... Tatsuya non può fare questo?”
“Allora è opera di Toma?”
“Figurati se Toma riesce a fare una cosa simile” ridacchia Kazunari.
“E' arrivato il momento di andare a spaccar il culo a quel bastardo infame” afferma Jun.
“Ah quindi con Sho era la maghetta quello attivo?” si domanda Kazunari ad alta voce venendo istantaneamente fulminato da Yamiyo.
“Jun...” lo chiama Satoshi ignorando la battutaccia di Kazunari “Come farai con Sho? Lui è dalla tua parte...no?”
“No” taglia corto Yamiyo.
“Come lo...”
“Non è più sotto il mio incantesimo. Penso anzi che sia stato soggiogato per ben poco tempo...”
“Vuoi uccidere anche Sho?” chiede Satoshi sconvolto “Jun ti prego fermati un attimo a riflettere”
“Non ce l'ho un attimo per riflettere Toshi. Cerca di capirlo”
“Jun...”
“Smettila di intrometterti o...”
“O cosa Jun? Mi uccidi?” chiede Satoshi guardandolo negli occhi.
Yamiyo distoglie lo sguardo dal vecchio amico.
“Addio...” mormora prima di lanciarsi nel vuoto trasformandosi in pantera prima di lanciarsi al comando del suo esercito.
“Jun! Jun!” lo richiama Satoshi inutilmente “Maledizione!” esclama rientrando nel castello correndo verso l'uscita.
“Aspetta Toshi dove vuoi andare?” lo ferma Kazunari.
“Ovvio! A palazzo!”
“Sei impazzito Satoshi?! Tra poco là si scatenerà l'inferno!”
“Non posso lasciare che le uniche persone a cui tengo combattano tra di loro. Hai visto Jun? Sta usando tutta la sua energia per creare questo esercito... non mi ha ucciso... ancora una volta nonostante mi avesse messo in guardia più di una volta...voglio aiutare Jun.... lo capisci Kazu? Quello è l'unico posto che potevo definire casa...” spiega Satoshi accarezzandogli il viso dolcemente “Ora che lo ricordo... anche il mio passato prima di arrivare a corte è stato terribile. Masaki, Jun, Shun.... perfino Tatsuya mi hanno permesso di ricominciare una nuova vita.... già una volta non sono stato in grado di aiutare i miei amici. Non voglio essere di nuovo quello inutile Kazu... non voglio perdere tutto di nuovo.... ti prego” lo implora l'indovino con gli occhi lucidi.
Kazunari lo bacia e gli sorridere.
“Andiamo a palazzo ma...” lo guarda serio il mezzo demone “Niente colpi di testa o azioni sconsiderate da eroe o ti porto subito via intesi?”
“Mi proteggi tu?” sorride prendendogli la mano.
“Il primo che tenta di toccarti e farti del male gli spezzo tutte le ossa!”
“Grazie! Ti amo Kazu!”
La Kitsune arrossisce e lo guarda con la bocca spalancata facendo ridere Satoshi che gli chiude la mandibola.
“Per una volta ti ho sorpreso eh?”
“Davvero tu...tu mi...”
“Si davvero io si...” sorride Satoshi baciandolo “Ti amo! Ora però andiamo”
Kazunari annuisce e lo abbraccia sparendo in una nuvola di fumo con lui.

Ed eccolo, nell'alto del cielo nero una saetta rossa e un tremendo fragore, Souon il Drago Scarlatto appare in tutta la sua maestosità atterrando vicino a Sho che posa la mano sul suo muso rugoso.
“Grazie Souon”
<< Ai tuoi ordini guardiano Sho>>
Un enorme boato.
“La barriera è rotta!” urla qualcuno.
“Toc toc... è qui la festa?” chiede Yamiyo a braccia incrociate con un ghigno spavaldo dipinto in volto.
“E così sei arrivato Yamiyo...” dice Tatsuya.
“Ciao infame. Da quanto non ho il dispiacere vedere la tua brutta faccia. Ma questa volta sarà l'ultima.”
“Lo vedremo. Non ti lascerò prendere ciò che è mio!”
“Soldati neri...all'attacco!” ordina Yamiyo e il suo esercito parte alla carica scontrandosi contro quello reale “Fermati Tatsuya! Non scappare!” urla Yamiyo facendo tremare la terra sotto di loro quando il finto re se la da a gambe.
“Ti consiglio di stare attento a quello che fai... potresti distruggere tutto...” dice Tatsuya allontanandosi dalla battaglia con lui.
“Non mi scappi!” afferma Yamiyo mentre Kazunari e Satoshi compaiono dietro a un albero.
“Pensi che abbia paura di te...Jun?!” chiede Tatsuya “Non ne ho mai avuta in passato pensi che inizi a temerti ora? Illuso”
Yamiyo gli lancia una scarica di onde elettriche nere ma quello, come se nulla fosse, le evita.
“Maledetto...”
“Serve una mano?” domanda Sho arrivando con i vestiti bruciacchiati.
Sarà anche un guardiano dei draghi che non può essere scottato dal fuoco ma non si può certo dire lo stesso dei suoi abiti.
“Giusto in tempo cavaliere. Proteggetemi da Yamiyo col vostro drago”
Ecco perché Tatsuya ha voluto Sho al suo fianco. Non è un comune cavaliere della guerra, dentro di lui scorre sangue di custode dei draghi.
“Non c'è bisogno di Souon ora” afferma Sho facendo apparire nella sua mano destra una spada infuocata “Mi posso occupare io personalmente di Yamiyo con lingua di fuoco la spada che Souon mi ha donato”
Yamiyo abbozza un sorrisino.
“Allora non sei completamente inutile Sho” afferma Yamiyo facendo apparire a sua volta una spada nera nella propria mano “Forza. Fatti sotto”
Sho non se lo fa ripetere due volte e attacca Yamiyo che prontamente si difende e contrattacca.
“Jun...sono dalla tua parte” mormora Sho all'orecchio dell'altro.
Yamiyo corruga la fronte.
Dalla mia parte?
“Fidati di me Jun” dice ancora Sho regalandogli un piccolo sorriso.
Yamiyo scuote la testa e continua ad attaccare Sho senza riserve tanto che Sho è costretto ad arretrare.
“Jun...” prova a fermarlo fino a che non vede il mago spalancare gli occhi e far cadere la propria spada.
“Jun!” urla Satoshi uscendo dal suo nascondiglio correndo verso l'amico colpito alla spalle da uno dei suoi soldati neri.
Com'è possibile?
Si chiede Sho disintegrando l'essere con la propria spada.
“Oh ci sei anche tu Satoshi... bentornato” sorride Tatsuya.
“Risparmiati la falsità Tatsuya. Ho recuperato la memoria!”
“Davvero? Grazie a Jun? E' proprio un 'amico...”
“Jun va tutto bene?” chiede Satoshi vedendo la spalla dell'amico messa decisamente male.
“Non ancora... non posso arrendermi ancora...” mormora Jun rimettendosi in piedi toccandosi la spalla che all'istante torna come prima.
“Stai manovrando i miei soldati eh bastardi?” dice Yamiyo raccogliendo col piede la spada per poi lanciarla in aria e recuperarla con eleganza.
“Ti sei esposto...” sorride il mago oscuro schioccando le dita.
Le guardie reali come i generali che stanno combattendo con i soldati neri si bloccano così anche tutti gli abitanti del palazzo, nobili e servi.
Il generale Igarashi si volta Tatsuya.
“Usurpatore di troni! Guardie! Arrestate il Conte Ueda! Cercate sua maestà Masaki!” intima ai soldati.
“Hai rotto il mio incantesimo di memoria Jun...non si fa così” sbuffa Tatsuya creando una barriera intorno a loro.
Solo Sho, Kazunari e Satoshi ne sono all'interno con lui e Yamiyo.
“Souon!” chiama Sho e il drago si lancia contro la barriera ma viene respinto “Souon!”
“E così cavaliere... siete dalla parte della dama...” sospira Tatsuya “Peccato che io sia più forte di tutti voi messi insieme”
“Sei un bastardo! Hai poteri magici! Ti sei appropriato del regno di un altro! Jun...”
“Anch'io sono forte ora Tatsuya non ti permetterò di restare in vita ancora per molto. Pagherai per tutti i tuoi crimini”
“Mentre tu continui a blaterare i tuoi soldati sono diventati i miei soldati” fa notare Tatsuya mentre la battaglia è ripresa.
“Generale Igarashi!” lo chiama Sho dall'interno della barriera “Souon vi aiuterà! Combattete contro i soldati neri di Tatsuya!”
“Certo cavaliere!”
“Ora tutti ricordano chi sei Tatsuya! Libera subito Masaki!” intima Satoshi all'altro che sta per colpirlo ma interviene Kazunari.
“Osa toccare il mio Toshi e ti rifaccio i connotati” lo minaccia il mezzo demone “Brutta donnaccia”
“Brutta donnaccia?!” strilla Tatsuya irritato.
“Perché hai preso possesso di Midori?” chiede Satoshi “Eravamo tutti amici, eravamo felici... perché hai fatto una cosa del genere?”
Quello scoppia a ridere.
“Amici? Felici? Non farmi ridere” dice Tatsuya accarezzando un fior che subito raggrinzisce “Forse tu eri felice di essere uno sguattero. Sei un sempliciotto tu. Bastava vivere a palazzo e tu eri felice... ma io non lo ero affatto”
“Sei sempre stato uno che covava rancore e astio” commenta Yamiyo.
“Perché lo hai fatto Tatsuya?” insiste Satoshi.
“Perché l'ho fatto dici? Volevo tutto Satoshi. Volevo il regno di Midori, volevo il potere assoluto...volevo lui”
“Lui? Intendi...”
“Parli di Mister bell'addormentato nella teca?” chiede Toma sorridente.
“Mago bianche ci sei anche tu allora”
“E non sono solo!” afferma spostandosi.
Dietro di lui c'è Masaki ancora nella teca.
Tatsuya spalanca gli occhi.
“Come hai fatto a portarlo via? C'era un incantesimo potente a difendere il luogo in cui era nascosto!”
“Vuoi dire qui sotto usurpatore di troni? Si è concentrata un'enorme quantità di magia grazie a te e Yamiyo e anche a Sho che ha evocato il Drago Scarlatto. Per di più qualche potere ce l'ho anch'io e poi ho rubato, scusa Sho, un po' del suo sangue e sono riuscito a portare via la teca. Sono stato bravo non trovi?”
“Tu...piccolo mago da due soldi...”
Satoshi si avvicina con Kazunari alla teca provando a romperla.
“E inutile Satoshi....ci ho provato anch'io ma non ci sono riuscito nonostante il sangue di Sho... purtroppo l'incantesimo che lo tiene rinchiuso è molto potente anche per me...” spiega Toma dispiaciuto.
“Allora è lui il grande amore della maghetta” commenta Kazunari seduto tranquillamente sulla teca.
Un tuffo al cuore per Sho.
Aveva già capito che Jun e il principe di Midori erano innamorati ma sentirlo dire così ad alta voce dal mezzo demone lo fa sentire nuovamente rifiutato.
“E ora che farai Jun? Userai tutto il potere che ti è rimasto per uccidermi o per liberare Masaki dalla prigionia?” chiede con un ghigno trionfante Tatsuya.
“Conto prima di ammazzarti e poi salvare Masaki” afferma Yamiyo creando una sfera di energia nera nella mano “Restituiscimelo”
Restituiscimelo? Allora non è solo Masaki che Jun cercava.
Si chiede Sho alternando lo sguardo tra Yamiyo e Tatsuya.
“Non ho proprio idea di cosa tu stia parlando Jun”
“Giù la maschera Tatsuya! Ormai sei stato scoperto!” urla Satoshi.
“Neanche tu lo sai allora...” mormora Sho.
“La chiave ce l'ho già...” afferma Yamiyo mostrando orgoglioso la chiave con l'ametista incastonata nell'impugnatura e il nastro di seta rosa.
Sho guarda Kazunari.
Lavorava per Yamiyo! Avevamo la stessa missione!
Tatsuya digrigna i denti per un secondo ma ritrova subito la sua aria beffarda.
“Quindi avere una chiave ti restituirà ciò che affermi ti sia stato tolto?” chiede Tatsuya guardando Yamiyo.
“Quel giorno... tu decidesti di compiere un colpo di stato. Ti sei fatto aiutare da Shun per assassinare Katsuhisa, il padre di Masaki... c'era scompiglio per tutto il palazzo” racconta Yamiyo.
“Era un ostacolo nel mio piano perfetto....se solo Masaki non si fosse intromesso... l'ostacolo più grande del mio piano sarebbe stato eliminato senza problemi...”
“L'ostacolo più grande... intendi...”
“Si. Jun. Lui era assolutamente da eliminare. Senza di lui tra i piedi avrei potuto avere Masaki... l'amore della mia vita”
“Cosa? Tu eri innamorato di Masaki?” chiede Satoshi incredulo.
“Ho sempre voluto essere l'unico per lui. Ho provato a condizionarlo con la magia ma non ha funzionato. Non si può instillare l'amore nel cuore di una persona soprattutto se questa persona è già innamorata... non so che ci abbia trovato di tanto bello in Jun da preferirlo a me...” spiega Tatsuya mentre Yamiyo volta per un istante lo sguardo su Sho.
Non sono riuscito a soggiogarlo completamente perché lui...si è davvero innamorato di me?
“Così ho deciso di uccidere Jun....” continua a dire Tatsuya “Ma mentre combattevamo... Masaki si è messo in mezzo. La magia ha sempre un prezzo. Il mio prezzo lo hanno pagato tutte le persone che ho ucciso da quel momento in poi... e poi... strappai il cuore a Jun.”
“Cosa?”
“Ridammi...il mio cuore” ringhia Yamiyo.

Date: 2014-04-23 08:11 pm (UTC)
From: [identity profile] vampiretta87.livejournal.com
Lo sapevo che era il cuore!!!!!!!!!!! Non poteva essere solo per Masa, anche perchè la chiave che centrava? E Jun non prova sentimenti veri perchè non ha un cuore!!!!!
Oddio voglio il prossimo!!!!!!!!!!!!

Date: 2014-04-23 08:13 pm (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Non ce l'ha perché glielo hanno portato via povera stellina!!!

Date: 2014-04-24 11:55 pm (UTC)
From: [identity profile] faby20m.livejournal.com
*______________* Ridategli il cuoricino <3<3<3<3 Quindi al momento non è che ha un cuoricino piccolo e nero come pensavo io, non ce l'ha affatto XD
Ecco perchè sembra essere cosi freddo e distaccato, non è colpa sua *__* sta cosa del cuore mi ha mandata fuori di testa XD Mi piaceeee *___*
Ora culo di scimmia, per cortesia, ridagli il cuore u__u così Jun può darlo a Sho e affidarlo a lui completamente <3<3<3<3<3<3 sono super romantica e vado di metafore XD ma li amo *___*

Non si può instillare l'amore nel cuore di una persona soprattutto se questa persona è già innamorata...” spiega Tatsuya mentre Yamiyo volta per un istante lo sguardo su Sho.
Non sono riuscito a soggiogarlo completamente perché lui...si è davvero innamorato di me?"
Si Jun esatto *___* dici bene *__* inizia a prendere in considerazione i sentimenti del ragazzo e fammi felice che non aspetto altro <3 XD
Ma qui la cosa fondamentale da capire è: perchè diavolo la "donnaccia" XD gli ha preso il cuore? Squallido omuncolo odioso è__é

“Usurpatore di troni! Guardie! Arrestate il Conte Ueda!"...finalmente viene chiamato con il nome che gli spetta u__u diamo ascolto alla voce del popolo e alla mia u__u XD
E comunque il maledetto ha un sacco di potere, ma ormai è stato smascherato e mi pregusto il momento della sua dipartita, che mi auguro sia vicino *__* ora ha sul serio tutti contro, proprio come desidero da quando questa storia è cominciata XD
Sho <3 sei figo si *__* e non si sbruciacchia nemmeno, è ignifugo XD e adoro il fedele draghetto :3 sapevo che non avrebbe mai potuto mettersi contro Yami *__* nonostante il cuore spezzato ç__ç e la presa di coscienza sui reali sentimenti di Jun nei confronti del bel addormentato, l'amore per Yami viene prima di tutto <3 vai Sho *__* che io so qual è la tua vera missione in tutta questa faccenda XD
E comunque non mi piace che Shun abbia aiutato Tatsuya a fare quello che ha fatto, ecco perchè ha fatto quella fine u__u tutto ti ritorna contro, la vita è una ruota che gira e diciamo che Yamiyo ci ha messo del suo per farla girare in quel senso XDDD
Masa...svegliatelo povera stella! Inconsapevolmente sbaciucchiato da quella porcheria di omuncolo -___- che triste destino...XDD Tatsuya non ti vuole nessuno! Fattene una ragione u__u
droga, Droga, DROGAAAAAAA! Il momento è topico ormai *__* ho bisogno del seguito *_________*
Grazie mille <3<3<3<3 ancoraaaaaaaa *__________*

Date: 2014-04-28 10:56 am (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Povero Jun gli hanno portato via il suo cuoricino ç___ç tesoro!
Lo so io che tu vuoi che sia Sho ad averlo XDD
Sarà vicino vicino il momento della sua dipartita o scamperà ancora un po'? XD
FInalmente Sho la smette di essere inutile e comincia ad essere figo con tanto di Drago furbo e intelligente, più del guardiano stesso XDD
Shun ha fatto la fine che meritava u.u
Masa si deve sciacquare la bocca come minimo con la candeggina tanto fa schifo culo di scimmia XDDD
<3 <3 <3

Date: 2014-04-25 03:46 am (UTC)
From: [identity profile] jinnypazza82.livejournal.com
HA ecco perchè ha ucciso Shun! Doppiogiochistaaaa! *da culate ripetute a Shun * sei alto, ma io sono grassa! muahahahahaha!
SHUN: salvatemiiiii T_T

Culo di scimmia, restitiuisci il cuore a Jun! (anche se mi sa che qualcosa gli è rimasto ... nyah <3)

Suon, mi raccomando, fai il bravo draghetto e salva i generali, che ci servono per incarcerare culo di scimmia!

SCRIVI IN FRETTAAAAAAAA! Mi serve il prossimo! *si nota che è fantasydipendente?*

Date: 2014-04-26 10:30 am (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
La sua morte non è stata un capriccio alla fine XD povero Shun anzi no se lo è meritato visto che ha aiutato culo di scimmia che ha pure strappato via il cuoricino a Jun ç___ç tesorino bello

Date: 2014-04-28 10:20 am (UTC)
From: [identity profile] tempestarashica.livejournal.com
Oh mio dio! brutto stronzo ridai il cuore a Jun!

Ho sempre voluto essere l'unico per lui. Ho provato a condizionarlo con la magia ma non ha funzionato. Non si può instillare l'amore nel cuore di una persona soprattutto se questa persona è già innamorata... non so che ci abbia trovato di tanto bello in Jun da preferirlo a me...” spiega Tatsuya mentre Yamiyo volta per un istante lo sguardo su Sho.

Ecco spiegate un paio di cose!
Yamiyo ... perché guardi Sho? ti interessa la sua reazione? forse non ti è del tutto indifferente come vuoi farci credere? *Fufufufufu*
Voglio la battaglia!
Battaglia!
Battaglia!
Battaglia!
:DD

Date: 2014-04-28 10:24 am (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Chissà perché ha buttato l'occhio proprio su Sho....XD

Date: 2014-04-28 10:56 am (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Uno a casa! XD

Date: 2015-08-18 10:07 am (UTC)
From: [identity profile] daria-91.livejournal.com
oh my god! non ce la posso fare a commentare in maniera decente, devo correre a leggere il prossimo....brutto bastardo non si ruba il cuore di jun!
però la standing ovation per Jun che capisce che Sho è innamorato di lui ci vuole xD

Profile

shinhiroki: (Default)
shinhiroki

September 2017

S M T W T F S
      12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Oct. 18th, 2017 04:29 pm
Powered by Dreamwidth Studios