shinhiroki: (Default)
[personal profile] shinhiroki
Dopo secoli e secoli...
Eccomi di nuovo a postare qualcosa.
Nonostante la crisi nera mi è balenata in mente questa storia.
Divano, musica di sottofondo, harry potter che sto rileggendo e un antinfiammatorio hanno creato un mix micidiale tanto da farmi fare un sogno assurdo che mi ha dato l'appiglio per questa storia.
Non so che ne verrà fuori sinceramente XD
Comunque non so quando posterò tra impegni che ho per il mese e i dolori alle ginocchia... capirò che cavolo ho?!
Farò il possibile per non metterci millenni! Intanto per voi il primo capitolo!!! <3


TITOLO: Un amore che trascende il tempo
FANDOM: Arashi
GENERE: Au, Fantasy, Sentimentale
PAIRING: Sakumoto (avevate dubbi? XD) Ohmiya
RATING: PG-15


Capitolo 1:
Una notizia inaspettata

Era da un paio di anni che Matsumoto Jun voleva andare a vivere da solo.
Non c'era cosa al mondo che amasse più della sua famiglia ma ormai sentiva che era arrivato il momento di spiccare il volo dal nido e vivere la propria vita.
Del resto ormai la casa dei suoi genitori era diventata più un albergo visto le ora che vi passava al suo interno solo per dormire qualche ora la notte quando tornava a casa.
Jun era un ragazzo con sacco di hobby, un sacco di amici e anche di lavoro.
Era deciso. Avrebbe trovato una casa tutta per sé con le proprie forze lavorando duramente nel bar di un vecchio senpai del liceo e anche come modello alle sfilate di moda della sorella per le collezioni maschili.
Lavorava e risparmiava per questo suo sogno.
Ma un giorno...
Jun rientrò a casa in fretta e furia dopo una telefonata della madre.
“Mamma che succede?” chiese col fiatone “Stai male?” insistette vedendo la madre alquanto sconvolta.”
“Ri...Ririko-san... è morta...”
Jun cercò di ricordare. Ririko-san...
Una vicina di casa?
“Non mi ricordo chi sia...”
“Ririko-san! La mia seconda madre!”
A Jun si accese la lampadina.
Come aveva potuto dimenticare Ririko-san? La colorata signora che da piccolo lo strapazzava sempre ogni volta che l'andavano a trovare ad Hakone.
Fin da quando era piccolo Jun credeva di avere tre nonne a volte. Il nome di Ririko-san, anzi, veniva menzionato così spesso che quasi non ricordava la nonna paterna.
La donna era la migliore amica di Ayano-san, la nonna materna di Jun.
Yuriko era nata e cresciuta ad Hakone con l'amore dei suoi genitori e quello di Ririko-san che non ebbe mai figli.
Da giovane, promessa sposa a un giovane dello stesso paese, restò sola ancora prima di sposarsi in quanto il giovane morì in guerra.
Innamorata com'era del suo amato, Ririko-san non si innamorò più di nessuno e non si sposò mai.
Secondo Jun la sua scelta era stata sciocca.
Per quanto avesse amato quel giovane aveva tutto il diritto per farsi una vita con qualcun altro.
Ayano-san gli ripeteva sempre: quando anche tu ti innamorerai di qualcuno come Ririko amava il suo lui, allora comprenderai caro Jun.
Ma per ora Jun non aveva cambiato idea.
“E' morta...” mormorò Jun guardando dolcemente la madre prima di abbracciarla.
Yuriko vi era profondamente legata.
“Non piangere mamma... ora Ririko-san è insieme al suo amato e alla nonna”
Purtroppo, Ayano-san, era morto dopo un fatale attacco cardiaco quando Jun andava ancora alle medie.
“Le mie... mamme...”
A Jun si strinse il cuore a vedere la madre così triste e la coccolò per tutto il tempo senza lasciarla finché la donna non si calmò un po'.
“Scusami tesoro....ti ho bagnato tutta la camicia...” sorrise.
“Lavi tu intanto no?” le sorrise di rimando il figlio passandole il proprio fazzoletto “Come sei venuta a sapere della sua morte?” le chiese.
Anche il nonno di Jun era morto, molto prima di Ayano-san quando lui aveva solo un anno e la sorella Minako appena 5, nessuno dei due quindi lo ricordava bene.
“Mi ha telefonato... un avvocato”
“Un avvocato?”
“Si. Lo studio legale Ohmiya”
“Perché ha chiamato noi?”
“Ririko-san ha lasciato un testamento.” spiegò la madre “Non aveva altri famigliari e ha lasciato detto all'avvocato di chiamare noi in caso le fosse successo qualcosa...”

E così, il giorno dopo, la famiglia Matsumoto, salì in macchina alla volta di Hakone nella prefettura di Kanagawa..
Durante tutto il tragitto, Jun rifletté sulla vita di Ririko-san. Non la ricordava molto bene, erano passati tanti anni dall'ultima volta che l'aveva vista.
Quando era bambino andavano a trovarla ogni estate ma poi, crescendo lui e la sorella avevano preferito altre mete per le loro vacanze estive così solo Yuriko prendeva lo shinkasen e andava da lei qualche giorno.
Man mano che si avvicinavano alla casa a Jun tornavano in mente vecchi ricordi.
Era bellissima, situata tra i boschi e dalla sua posizione si poteva ammirare una vista stupenda.
Jun era estasiato.
“Voi dovete essere i Matsumoto” sorrise un un ragazzo non appena fermarono l'auto nel vialetto e scesero tutti.
Il ragazzo si inchinò e sorrise. Era elegantemente vestito di nero con un fiore bianco all'occhiello.
Si avvicinò e porse il proprio biglietto da visita ad ogni membro della famiglia.
“Ohno Satoshi. Avvocato dello studio legale Ohmiya” lesse Matsumoto-san “Allora è lei che si è messo in contatto con noi. Sono Matsumoto Shuntaro e questa è mia moglie Yuriko e i nostri figli, Minako e Jun.” fece le presentazioni il padre.
“Molto piacere. Sono veramente addolorato per la vostra perdita. Ho avuto modo di conoscere la defunta Ririko-san. Era una persona splendida...”
Jun diede una leggera gomitata alla sorella.
“Ehi!”
“Smettila di fissare l'avvocato come se fossi scema. Sei sposata...” sibilò tra i denti “E ti ricordo che hai sposato il mio migliore amico Shun...”
“Guardare ma non toccare ho capito...”
“Prego. Da questa parte” fece strada nella tenuta l'avvocato Ohno.
Jun guardava tutto con stupore come se fosse la prima volta che metteva piede in quella casa.
Era una tipica casa in stile giapponese. Si tolsero tutti le scarpe all'ingresso e si avviarono verso una stanza, un gran salotto con un tavolino al centro e i cuscini disposti intorno.
Jun notò che quella stanza dava su un delizioso giardino con tanto di ponticello e lago con le carpe.
Si sedettero intorno al tavolo e il giovane avvocato estrasse una busta bianca ancora sigillata.
Iniziò spiegando che era già stata celebrata la cerimonia funebre. Lui stesso se n'era occupato e promise di accompagnarli alla tomba.
“Toooshi!” urlò qualcuno spalancando la porta scorrevole e saltando addosso a Ohno che arrossì.
“Ni....Ninomiya-kun... per favore...”
“Eh? Ninomiya-kun?” chiese quello con fare civettuolo “Sono andato a recuperare Aibacchi!”
Il padre di Jun osservava i due con freddo sdegno.
Non lo disgustava che fossero due uomini ad abbracciarsi ma odiava quelle aperte manifestazioni d'affetto in pubblico soprattutto davanti a gente sconosciuta.
Tossicchiò leggermente per riportare l'attenzione dell'avvocato sulla questione per cui erano lì riuniti.
Ohno si riscosse e si staccò da Ninomiya.
“Lui è Ninomiya Kazunari, il mio socio. E' andato a chiamare Aiba Masaki, il maestro dell'asilo del paese”
Infatti ecco spuntare un ragazzo alto e magro con addosso il grembiule da maestro tutto sporco e la scritta in hiragana MACCHAN.
Si inchinò e andò per sedersi vicino a Ninomiya che, rapido come un fulmine, gli tolse da sotto il sedere il cuscino un momento prima che si sedesse e piombò a terra scatenando le risate dell'altro.
Jun trattenne le risate.
“Kazu!”
“Sono tornato Kazu?” sbatté le ciglia Ninomiya.
Matsumoto-san tossì di nuovo mentre lo sbadato maestro si sistemò.
“Dicevo... Aiba-kun era un grande amico di Ririko-san” spiega Ohno aprendo la busta “Io sottoscritta Ririko Tanaka, nel pieno delle mie facoltà mentali ho deciso di fare testamento...” inizia a leggere l'avvocato mentre il suo socio sta punzecchiando Aiba.
“Non ho avuto il piacere di avere una famiglia tutta mia” continua a leggere Ohno “Ma considero Yuriko come una figlia e Masaki come un nipote. Per cui lascio a lei e alla sua famiglia la mia casa e tutti i miei averi mentre a Masaki, o caro Masaki ti prego non piangere...” e qui Ohno smise di leggere per guardare il ragazzo che effettivamente stava piangendo, asciugandosi le lacrime nel grembiule sporcandosi il naso di tempera verde.
“Prego...” disse Jun passando al ragazzo il proprio fazzoletto che quello accettò riconoscente.
“Lascio...” riprese a leggere l'avvocato “Un milione di Yen di cui potrà usufruire come meglio preferisce”
“Oddio... no è troppo Ririko-san...” singhiozzò più forte Aiba soffiandosi il naso.
“Con questo mio scritto voglio abbracciare un'ultima volta tutti coloro che, anche solo per un momento, hanno rallegrato la mia esistenza dopo la scomparsa del mio amato. Non piangete per la mia morte, finalmente potrò vivere col lui la vita che non ho potuto avere e questa non chiama vita ma eternità. Siate felici, vi amo. Con affetto vostra Ririko.”
Calò il silenzio, rotto solo dal singhiozzare forte di Masaki.
Matsumoto-san si lasciò andare all'istinto e prese la mano della moglie carezzandone il dorso con il pollice.
“Siete ricchi quindi! Congratulazioni!” esclamò Ninomiya e tutti lo guardarono male.
“Kazu maledizione!” lo ammonì Ohno “Vi prego di scusarlo. E' un ottimo avvocato ma ha la tendenza ad essere insolente” si scusò chinando il capo.
“Pensavo che la mia linguaccia ti piacesse...o forse ti piace solo quando...” Ohno gli tappò la bocca con la mano e lo tirò fuori dalla stanza lasciando solo i Matsumoto e Masaki.
“Era una donna fantastica...” singhiozzò il giovane maestro “Era come una nonna, una mitica nonna per me”
“Ti ringrazio per le tue belle parole” sorrise Yuriko.
Jun si alzò per ammirare il laghetto con le carpe che nuotavano tranquille.
Quel posto era davvero incantevole. Quasi magico.
Sentì un brivido lungo tutta la colonna vertebrale e come se qualcuno gli sfiorasse la spalla con una carezza.
Si voltò per vedere chi fosse stato ma tutti erano ancora seduti ai propri posti.
Me lo devo essere immaginato.
Si disse tornando ad ammirare il paesaggio.
“Jun” lo chiamò la madre.
“Si?”
“Perché non vivi qui?”
“Come?”
“Vuoi andare a vivere da solo.... perché non qui?”
“Scusa?!”
“Tua madre ha ragione. Hakone è un posto tranquillo “ convenne Matsumoto-san.
“Dico state scherzando?” chiese scioccato Jun “Cercavo un appartamento in centro non una bellissima casa qui! La mia vita è a Tokyo!”
“Tesoro un appartamento in centro ti costerebbe molto di più d'affitto che vivere qui. Sarebbe completamente tua”
“Può venirci onee-chan con Shun! Perché io?”
“Perché Shun è un imprenditore, non verrà mai ad abitare a quasi due ore da Tokyo. Già odia dover restare nel traffico ogni mattina per andare in ufficio figurati se si mette a viaggiare ogni giorno. No no è escluso!” affermò la sorella.
Masaki era a disagio. Con un inchino scivolò fuori dalla stanza e lasciò che la famiglia Matsumoto discutesse.
“Non potete obbligarmi!” esclamò Jun accalorandosi.
Odiava che gli altri decidessero per lui.
“Ma no tesoro. Nessuno ti sta obbligando a vivere qui. Era solo un'idea...” mormorò la madre.
Se Jun odiava che gli altri decidessero per lui, odiava ancor di più sbraitare e ferire la madre.
“Scusa mamma...” disse mestamente.
“Beh se nessuno ci vivrà la venderemo” fece spiccio Matsumoto-san “A noi non serve e sarebbe un peccato che una così bella casa resti in disuso a riempirsi di polvere. Vendiamola”
“No!” si affrettò a dire Jun “Questa casa ora è di mamma! E' lei a decidere che farne!”
La donna guardò il marito poi si voltò verso il figlio senza dire una parola ma i suoi occhi dicevano tutto.
Jun sospirò.
“Mi trasferisco qui...”

Date: 2014-06-07 08:05 pm (UTC)
From: [identity profile] vampiretta87.livejournal.com
Ok è molto interessante... ora mi chiedo che ruolo avrò Sho. Mi sto già facendo delle supposizioni dato il titolo, però.... uhm... non mi sbilancio ancora XD

Date: 2014-06-07 10:59 pm (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
speriamo che sarà interessante anche nel proseguo della storia! XD
ma io le voglio le supposizioniiii ç___ç

Date: 2014-06-08 05:54 am (UTC)
From: [identity profile] geena76.livejournal.com
"Quel posto era davvero incantevole. Quasi magico.Sentì un brivido lungo tutta la colonna vertebrale e come se qualcuno gli sfiorasse la spalla con una carezza.Si voltò per vedere chi fosse stato ma tutti erano ancora seduti ai propri posti."

Avremo uno Sho fantasmino-spiritello dispettoso? :DD
Interessante, davvero molto interessante!
Ohno e Nino sono sempre uno spasso..."studio legale Ohmiya"...ahahah voglio lavorare in quello studio!!!!!
Non vedo l'ora di leggere il prossimo!

Date: 2014-06-08 10:46 am (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
ahahahaah fantasmino Sho... mi è venuto in mente Casper!!!!!
Tutti vogliono "lavorare" in quello studio. Messo tra virgolette perché il primo a cazzeggiare è Nino XD
Spero che anche il prossimo ti piacerà! *__*

Date: 2014-06-08 12:51 pm (UTC)
From: [identity profile] jinnypazza82.livejournal.com
nino sei tremendo!

muuuu masa mi piange T______T

fufufu c'è no shocchiolo anteguerra che gira per casa? ....

Date: 2014-06-08 09:57 pm (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Nino è Nino con o senza fantasmi XD

Date: 2014-06-08 11:48 pm (UTC)
From: [identity profile] faby20m.livejournal.com
Sei tornataaaaaaa <3<3<3<3<3<3
E che gran ritorno *________* io sto già impazzendo dietro alle mie mille teorie su Sho, ne cambio una al minuto XD
Al momento la più quotata è Sho fantasmino soldatino, nonchè grande amore di Ririko san u__u
Però non mi sento di escludere nemmeno tutte le altre che mi sono venute in mente XD
In ogni caso, la mamma di Jun ha avuto un'ottima idea, quel posto è un paradiso e Jun lì riceverà belle sorprese secondo me *___* in tutti i sensi mi sa XD
Però a quei due avvocati non affiderei manco mezza causa XDD tubano impunemente davanti a tutti e Nino mi sembra il re del cazzeggio in quello studio legale, altro che avvocato XD e coinvolge Toshi che mi perde di credibilità XD però sono una gioia per gli occhi assolutamente *______*
Masa maestro frignone è fantastico *_____*
Ma voglio sapere di piùùùùùùùù *___________*
La cosa è troppo interessante e siamo solo all'inizio *_______* io già non ci sto più con la testa e ho bisogno di sapere XDD
E comunque viva i sogni post droga XDDDDD se questi sono i risultati *__________*
Attendo il seguito *______________*
Grazie mille <3<3<3 soprattutto per continuare a regalarci le tue splendide storie <3<3<3

Date: 2014-06-09 02:22 pm (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Sono tornataaaaa!
Sembra una minaccia!!!! XDD
Con il procedere della storia vedremo se una delle tue teorie è giusta o magari riesco a soprendervi!! XDD
Anche io mi trasferirei in quella casa se potessi! Me la sono immaginata come una villa da sogno!!! *___*
Voglio lavorare con gli Ohmiya... credo che farebbero sgobbare me al posto loro!!! XD
Masa maestro è adorabile e frignone *__*
Attendi fiduciosa il prossimo capitolo che spero di postare presto
<3 <3

Date: 2014-06-09 12:42 pm (UTC)
From: [identity profile] tempestarashica.livejournal.com
Awww sono curiosa! Jun muoviti a trasferirti in quella casa! :DD ne prevedo delle belle, soprattutto se c'è lo studio legale Ohmiya di mezzo! :DD

Date: 2014-06-09 02:11 pm (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
fai i bagagli e parti Jun!!!! XDDD

Profile

shinhiroki: (Default)
shinhiroki

September 2017

S M T W T F S
      12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Oct. 18th, 2017 04:29 pm
Powered by Dreamwidth Studios