shinhiroki: (Default)
[personal profile] shinhiroki
TITOLO: Un amore che trascende il tempo
FANDOM: Arashi
GENERE: Au, Fantasy, Sentimentale
PAIRING: Sakumoto (avevate dubbi? XD) Ohmiya
RATING: PG-15


Capitolo 4:
Una persona dal passato


Passò un mese.
Jun riuscì ad adattarsi perfettamente ai ritmi del Kodomo no Ririko.
Per Masaki, Jun era la salvezza, l'aiuto migliore del mondo.
I bambini erano entusiasti dei pranzetti che preparava loro, Satoshi e Nino usavano molto spesso il pretesto di andare a trovarli per scroccare il pasto, questo soprattutto Nino anche perché Satoshi, in fin dei conti era il direttore dell'asilo.
Nino era sempre scorbutico con Jun.
Era seriamente convinto che il nuovo arrivato fosse una gatta morta in cerca delle attenzioni del suo Toshi e non perdeva occasione per far sapere al malcapitato come la pensava.
Jun cercava di mantenere la calma il più possibile o lo avrebbe appeso a un albero e usato come pignatta per far divertire i bambini.
Prendeva profondi respiri e si diceva che Nino era solo un bambino capriccioso che preferiva prendersela con lui piuttosto che affrontare apertamente Satoshi come un adulto.

“Jun-chan!” lo chiamò Masaki un mattino mentre il ragazzo stava per uscire a fare la spesa.
“Si?”
“Ta-dan!” esclamò l'amico tutto soddisfatto mostrando un grembiulone come il suo ma di colore rosa e la scritta in hiragana JUN-CHAN.
“Dove...dove lo hai preso?”
“L'ho fatto io!” disse tutto fiero Masaki mostrando le dita tutte incerottate.
Non ci posso credere.
Pensò Jun deglutendo.
Non lo voleva un grembiule del genere, men che meno di colore rosa!
Ma Masaki si era impegnato per farglielo...
“Non ti piace?” chiese Masaki con gli occhi già lucidi e a Jun si strinse il cuore.
“Non me lo aspettavo Masa... grazie” sorrise venendo travolto dall'abbraccio dell'altro.
Non poteva farci nulla. Masaki l'aveva sempre vinta.
“Grazie davvero...”
Masaki gli fece indossare il grembiule sopra i vestiti ammirandolo.
“Sei bellissimo Jun-chan!”
Mi sento un completo idiota....
Pensò invece Jun.
“Ora puoi andare a fare la spesa! Cosa c'è oggi per pranzo?” gli chiese.
“Katsudon...” mormorò Jun prendendo il portafoglio con i soldi che usavano le spese dell'asilo e uscendo dall'edificio.
“Fratelloneeeeee” lo rincorse Tomoo-chan nel cortile.
“Dimmi”
“Posso venire con te?”
“Vuoi aiutarmi a fare la spesa?”
“Si!”
“Masa” chiamò Jun ad alta voce e l'altro spuntò in veranda “Tomoo-chan vuole venire con me”
“Ok! Tornate presto che abbiamo già fame!” rise salutandoli.
Jun prese il bambino per mano e uscì dal cancello.
“Hai il grembiulone anche tu ora”
“ M e lo ha fatto Masaki”
“Davvero?”
“Si. Ti piace il Katsudon?” chiese Jun entrando nel supermercato, mettendo il bambino sulle proprie spalle così da essere sicuro di non perderlo di vista.
“Siiiii!” esclamò tutto contento Tomoo “Tu non vieni a vivere al dormitorio?”
“No. Ho una casa mi”
“Vivi solo?”
“Si. Però sono contento di stare tutto il giorno con te e gli altri bambini. Anche se la mia famiglia è lontana non mi sento solo” gli spiegò Jun mettendo gli ingredienti necessari nel cestino.
“Hai una mamma e un papà?”
“Si. E una sorella più grande di me”
“Io non ce l'ho la mamma...” mormorò tristemente “E neanche un papà...”
“Ma hai tantissimi amici” provò a tirarlo su di morale Jun “Hai i tuoi compagni dell'asilo, hai Satoshi, Masaki, me e pure Nino! Anche se è un diavoletto”
Tomoo rise tenendosi alla testa di Jun.
“Un giorno mi porti a casa tua?”
“Certo!” sorrise Jun andando a sbattere contro qualcuno “Mi scusi! Ero distratto!” disse guardando contro chi era andato addosso.
Era una ragazza carina e minuta coi capelli a caschetto e due occhi marroni che gli ricordarono tanto qualcuno anche se non sapeva bene chi.
“Tutto bene?”
“S..si..” balbettò quella mortificata.
“Nessuno si è fatto male per fortuna”
“Fratellone sono cadute le uova!” lo avvertì Tomoo.
“Oh cavoli!”
Jun mise giù il bambino e andò a cercare un commesso.
“E' stata colpa mia... non di questo ragazzo” si scusò la ragazza agitata “Pagherò per il danno”
Il commesso guardò Jun un po' spaventato e lui gli sorrise.
“Pago io”
“Ma...”
“tranquilla” la fermò Jun prima che la giovane ricominciasse a darsi la colpa di tutto.
Aiutò il commesso a pulire per terra mentre Tomoo stava in piedi vicino alla sconosciuta guardandola circospetto.
“Grazie” affermò il commesso portando via secchio e scopettone.
“Scusi ancora” disse la ragazza inchinandosi.
“Tutto sistemato!”
“E' stato molto gentile... ” abbozzò un sorriso la ragazza “Tuo fratello è davvero una persona gentile” disse poi rivolta a Tomoo.
“in realtà sono una maestro d'asilo” disse Jun un po' titubante.
Per lo più stava in cucina e non si considerava un vero e proprio insegnante, anche perché effettivamente non aveva conseguito nessuna abilitazione.
“Maestro?”
“Si. Lavoro al Kodomo no Ririko.” rispose Jun e ringraziò che la ragazza non avesse più in mano delle uova o le avrebbe fatte cadere per lo stupore.
“A....al Kodomo no Ririko?”
“Si lo conosce?”
“S....No! Cioè.... ecco...”
Jun non ci stava capendo più niente. Che problemi aveva quella ragazza?
Ok era un ragazzo e lavorava in un asilo, un lavoro che di solito facevano le donne... e allora?
Stava per dirgliene quattro quando...
“Lavora... con Masa.... Masaki-kun?” gli chiese guardando però Tomoo.
“Si da poco tempo.... ehm...”
“Mi chiamo Kanzaki Shiori” si presentò la ragazza.
“Piacere. Matsumoto Jun e lui è uno dei nostri angioletti, Tomoo” sorrise “Forza saluta”
Il bambino andò a nascondersi dietro le gambe di Jun sbucando ogni tanto per vedere la ragazza.
“Da quando sei timido?”
“Grazie per aver pagato per il mio danno” lo ringraziò Shiori quando, tutti e tre uscirono dal supermercato.
“Nessun problema”
“Buona giornata” lo salutò la giovane facendo per andarsene.
“Shiori-san”
“Si?”
“Le piace il katsudon?”
“Eh?”
Jun la tirò fino all'asilo con sé e Tomoo-chan.
Ad ogni passo, Shiori sembrava agitarsi sempre di più e ciò insospettì Jun.
“Eccovi! Pensavo che foste andati a fare la spesa a Tokyo!” scherzò Masaki quando li vide arrivare spalancando gli occhi quando, da dietro la schiena di Jun, comparve la giovane “S...S...Shiori-chan?”
“Vi conoscete” sorrise Jun andando verso la cucina, trovando nell'aula Nino “Ritorno all'infanzia?”
gli chiese continuando il suo tragitto.
“Facevo un riposino” si giustificò non troppo dispiaciuto l'avvocato.
“Ah bene! Viva la sincerità!”
“Eri a fare la casalinga disperata al supermercato?” ridacchiò Nino provando a prendere una mela da mangiare ma Jun gli schiaffeggiò la mano “Ahu!”
“Non hai del lavoro da fare?”
“No ed è ora di pranzo”
“Questo non è un ristorante sai?”
“Ti devo tenere d'occhio!” ammise Nino.
“Non so più come dirtelo. Non sto puntando Satoshi. Siamo solo amici”
“Amici eh?” disse Nino mentre Jun, tra un sospiro e l'altro cucinava “Si comincia sempre da un'amicizia”
“Avete iniziato così voi due?” gli chiede Jun a bruciapelo facendo ammutolire l'altro.
1 a 0 per me.
Si congratulò tra sé e sé Jun.
“A proposito Nino” cambiò discorso Jun “Conosci Kanzaki Shiori?”
“Eh? Shiori-chan?”
“L'ho incontrata al supermercato e l'ho portata qui all'asilo con... Nino dove vai?” urlò vedendolo schizzare via come una furia “Ma qui sono tutti matti!”
Spense il fuoco e seguì l'avvocato fermandosi al suo fianco sulla veranda a guardare Masaki e Shiori, in piedi in mezzo al cortile intenti a fissarsi con tutti i bambini intorno incuriositi dalla loro immobilità.
“Macchan...” lo chiamò Tomoo “andiamo a giocare?”
Vedendo che né Masaki né Shiori si muovevano, Jun prese in mano le redini della situazione.
“Bambini forza, raccogliete i giochi e sistemateli poi andate a lavarvi le mani che tra poco mangiamo”
“Siiiii” esclamarono in coro i bambini facendo come Jun aveva detto.
“Aibacchi..” mormorò Nino.
“Jun-chan, Nino-chan badate ai bambini per un po'...” disse Masaki prendendo per mano la ragazza correndo via con lei.
“Masa! Masa!” provò a richiamarlo Jun ma era tardi, i due erano già spariti “Mannaggia!”
“Mi sa che per oggi salto il pranzo” provò a defilarsi Nino ma Jun lo bloccò.
“Tu non vai da nessuna parte! Tu ora mi aiuti” disse Jun con tono così autoritario che l'altro non replicò in nessun modo.
Portarono i bambini nel refettorio per farlo mangiare.
Quando tutti furono sazi e venne l'ora del riposino li lasciarono nella stanza a riposare tranquilli.
Jun si portò dietro Nino e l'obbligò ad aiutarlo anche a lavare i piatti, ciotole e bacchette.
Satoshi non si era fatto vivo.
“Chi è quella ragazza?” chiese Jun a Nino che stava svogliatamente asciugando le ciotole.
“Chi? Shiori-chan?”
“Proprio lei”
“Il grande amore di Aibacchi”
“COSA?!” strillò Jun guardando Nino.
“Puntavi ad Aibacchi?”
“La vuoi smettere con sto puntare= Non ci provo con nessuno ok? Nessuno!”
“Ok non ti agitare” sbuffò Nino impilando le ciotole asciutte “Ti racconto...”
Finirono di lavare tutto e andarono a sedersi nella veranda che dava sulla stanza in cui dormivano i bambini in modo da poterli controllare.
“Forza voglio sapere tutto”
“Quanto sei curioso. E va bene ti dico! Io, Aibacchi e Shiori-chan ci conosciamo fin da quando eravamo piccoli. Lui si è trasferito qui all'età di tre anni dopo aver perso i genitori. Ci siamo conosciuti frequentando l'asilo. Lui viveva qui, noi due a casa con i nostri rispettivi genitori Eravamo inseparabili, facevamo tutto insieme ma Masaki mi confidò che era innamorato di Shiori-chan. L'ultimo giorno delle superiori decise di dichiararsi a lei e lì scoprì che anche lei era innamorata di lui...”
Jun lo guardava e lo ascoltava in silenzio.
“Che successe?” chiese.
“Quattro anni fa, di punto in bianco, Shiori-chan lasciò Masaki con un misero bigliettino dicendogli solo che era finita e sparì, nessuno sapeva dove fosse finita...fino ad oggi. Questo è tutto quello che so.”
Jun era perplesso. Come mai una ragazza che da sempre sosteneva di essere innamorata di un ragazzo lo lascia con un misero bigliettino e se ne va senza una minima spiegazione.
“Litigavano spesso?”
“Secondo te si può litigare con Aibacchi?”
“No...”
“Nessuno sa perché lo ha lasciato. Masaki è stato davvero male. Pensavo non si sarebbe mai ripreso .. erano così innamorati... probabilmente lei o è impazzita o si è invaghita di uno come te al punto da lasciare tutto” sospirò Nino.
“Cosa vuol dire uno come me? Nino devi smetterla di insultarmi in questa maniera ok? Mi da fastidio! Nono sono come pensi tu! Non faccio il cretino con le persone innamorate figuriamoci con quelle fidanzate!” sbraitò Jun irato.
Era stufo delle insinuazioni maligne di Nino.
Non sapeva nulla di lui. Di cos'era soprattutto in rapporto ad una persona da corteggiare.
“Stavo solo dicendo...”
“Mi stavi solo dando del puttaniere! E dello sfascia coppie e...”
“Uno come te intendevo uno bello da impazzire!” lo sovrastò Nino con la sua vocina acuta azzittendo Jun.
“B...bello da impazzire?”
“Vuoi mettere= Facevi il modello! E' ovvio che attiri la gelosia e l'invidia di tutti!”
Jun scosse la testa.
Nino era talmente in soggezione da lui che lo insultava in tutte le maniere.
“A quanto pare anche i belli da impazzire hanno problemi quando si parla d'amore....”
Proprio mentre Nino stava per approfondire questo punto quando arrivò Masaki con l'aria sconvolta.
“Masa... dov'è Shiori-san?” chiese Jun avvicinandosi all'amico.
“Doveva... lavorare...”
“Avete parlato? Che ti ha detto?” chiese Nino curioso.
“Mi ha detto... ecco...”
Masaki scoppiò in lacrime abbracciando Nino proprio nel momento in cui arrivò Satoshi.”
“Che succede?” chiese guardando i due abbracciati.
“Shiori” disse solo Nino tenendo stretto Masaki che continuava a piangere “Vieni. Andiamo nella tua stanza. I bambini stanno per svegliarsi e non è bello che ti vedano così”
L'amico annuì e accompagnato da Nino andarono nel dormitorio.
Rimasti soli, Jun, spiegò a Satoshi del suo incontro con Shiori.
L'avvocato non volle sapere altro ma restò con il ragazzo ad aiutarlo con i bambini quando si svegliarono.
Masaki e Nino non si presentarono prima dell'ora di chiusura.
Il maestro aveva gli occhi gonfi ma salutò i bambini che tornavano a casa col solito sorriso.
“Un po' meglio?” chiese discreto Satoshi.
“Si... tutto grazie a Nino-chan”
Jun non chiese nulla e servì la cena ai pochi bambini rimasti mangiando con loro.
“Jun-chan” lo chiamò Masaki.
“Si?”
“Oggi viene Asegawa-san per stare con i bambini”
“Ok allora finisco di cenare e vado a casa”
Masaki attese che finisse di mangiare. Lui non si sentiva di mangiare nulla.
“Puoi venire con me?” gli chiese “Anche tu Oh-chan”
I due si guardando e poi andarono con Masaki che li portò in un bar poco distante dove Nino già li aspettava.
Salutarono il proprietario, Terashima e si sedettero a un tavolo in disparte ma Nino e Masaki non parlavano.
Impaziente per sapere cosa ci facessero lì, Jun batteva il piede sul pavimento.
“Volete dirci che succede o ci tenete ancora sulle spine?”
I due amici si guardarono come se potessero leggersi l'un l'altro nella mente, cosa che a Satoshi fece abbassare la testa e guardarsi le mani che stringevano i calzoni sulle ginocchia.
“Allora vi decidete?” insistette Jun prendendo la mano di Satoshi nella sua sotto al tavolo prima che Nino potesse vederlo e impazzire del tutto.
“Sono...sono riuscito a parlare un po' con Shiori-chan...” parlò finalmente Masaki “Dopo quattro anni...” sorrise.
Jun lo guardava. Aveva bisogno di calma e tranquillità per raccontare tutto.
“Mi ha lasciato perché aveva paura...”
“Paura?” chiese Jun “Di cosa?”
“Di quello che stava accadendo...”
Ci fu un momento di silenzio che sembrò un'eternità.
“Quattro anni fa...” riprese a parlare Masaki con una voce che non sembrava nemmeno la sua “Shiori-chan rimase incinta...”
“Incinta?!”
“Non sai come si fa?” chiese Nino guardando sprezzante Jun che lo fulminò con lo sguardo.
“I suoi genitori lo scoprirono e le dissero di non dire nulla a nessuno. Meno che mai a me. Non volevano che scoppiasse uno scandalo...”
“Succede a molte coppie di fidanzati di ritrovarsi in attesa di un bambino oggigiorno...”
“Non per la figlia del sindaco dal pensiero bigotto e conservatore...” disse Nino.
“Volevano che abortisse...”
“Cosa? Ma sono animali!” disse Jun indignato.
“Te ne stai zitto?” lo rimbeccò Nino.
“Shiori-chan non voleva abortire. Mi ha lasciato ed è scappata da Hakone per non coinvolgermi...E' andata a Tokyo da un'amica dove ha portato a termine la gravidanza e ha dato alla luce il nostro bambino.... un maschietto...” Masaki prese un profondo respiro prima di continuare a raccontare “E' tornata qui quando aveva pochi mesi il piccolo e lo ha lasciato al Kodomo no Ririko...”
“Lo ha portato qui?”
“Quattro anni fa” intervenne Nino vedendo che Masaki non ce la faceva a parlare “Una sera Aibacchi trovò un bambino nel cortile dell'asilo. Era sua figlio ma non lo sapeva...”
“Quindi è nella scuola! Tuo figlio è sempre stato con te! Ora dobbiamo solo scoprire chi è!”
“E' Tomoo-chan...” dichiarò Satoshi.
Tutti si voltarono a guardarlo scioccati.
“Come fai a saperlo Toshi?” chiese Nino “Noi lo abbiamo scoperto oggi...”
“L'ho sempre saputo” ammise Satoshi “L'amica di Tokyo di Shiori-chan è mia sorella. Ho sempre saputo tutto. Mi chiese aiuto e io accettai. Portai io il piccolo all'asilo, lei era troppo spaventata all'idea di incontrare Masaki ...”
Masaki era sconvolto ma forse, più di lui, era Nino quello sconvolto, convinto di sapere tutto del socio.
“Tu... tu lo hai sempre saputo e non mi hai mai detto niente?”
“Avevo fatto una promessa a Shiori-chan e intendevo mantenere la parola data. Soprattutto con te dovevo tenere la bocca chiusa o saresti corso da Masaki a spifferare tutto” spiegò con estrema calma Satoshi.
“E con ragione direi! Aibacchi è stato malissimo in questi anni per colpa di Shiori e tu sapevi tutto senza dire niente! Come hai fatto a restare così indifferente alle sue lacrime?” lo rimproverò aspramente Nino.
I due presero a discutere.
Nino più infervorato, Satoshi invece ribatteva spiegando le sue ragioni con la sua solita calma.
Nel frattempo Jun era ammutolito dopo tutte quelle notizie.
Masaki era stato accanto a suo figlio per tutto quel tempo senza saperlo e Tomoo che tanto voleva una famiglia, l'aveva vicinissima la sua famiglia. Aveva come padre l'uomo più dolce al mondo secondo Jun.
Il destino a volte era davvero beffardo.
“Basta Kazunari!” tuonò Satoshi. Alla fine aveva perso le staffe. “Non puoi capire perché lei si p comportata così e perché io ho deciso di aiutarla. Non volevo che Masaki soffrisse, stavo male con e per lui. E ora se la smetti di sparare cazzate a raffica come tuo solito, ce ne andiamo tutti a casa perché si è fatto tardi!” detto questo si alzò e andò a pagare Terashima per quelle birre che nessuno, alla fine aveva toccato e se ne andò.
“Si è arrabbiato...” constatò Jun mentre anche loro tre uscirono dal locale “Cosa farai ora Masa?”
“Eh?”
“Con Tomoo-chan e Shiori-san”
“Domani parlerò con lui... ha diritto di sapere la verità. Voglio che sappia che è il mio bambino e che ora che l'ho scoperto mi farò perdonare” sorrise il maestro “Buonanotte ragazzi” e se ne andò.
“Notte” disse solo Nino affrettandosi ad andarsene evidentemente troppo nervoso dopo la litigata con Satoshi per restare ancora con Jun.
“Buonanotte anche a te” rispose Jun salendo nella propria auto tornando a casa.
La giornata era stata impegnativa e assurda e non vedeva l'ora di arrivare a casa, bersi una bella tisana e via di filato a letto per una bella dormita.
Varcò la porta di casa e si tolse le scarpe.
“Tadaima!” annunciò come d'abitudine anche se ormai abitava da solo.
“Okaeri!” gli rispose una voce maschile.
Alzò di scatto la testa e sbiancò.
In piedi davanti a lui c'era un semi trasparente Sakurai Sho.
“Oh....mio...Dio...” disse prima di svenire.

Date: 2014-07-14 07:53 pm (UTC)
From: [identity profile] vampiretta87.livejournal.com
Allora... che razza di persona è quella? Ma non solo è stronza è anche insensibile e pure Toshi non lo comprendo mentire e fingere di niente per coprire quella tipa? è____é Nino fa bene a essere furioso!

Betty non puoi scrivere un capitolo così e far svenire Jun sul più bello!!! Non puoi!!! Scrivi SUBITOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!

Date: 2014-07-15 10:09 am (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Toshi voleva essere d'aiuto XDD
JUn rinverrà prometto XD <3

Date: 2014-07-14 08:02 pm (UTC)
From: [identity profile] tempestarashica.livejournal.com
Che capitolo pieno zeppo! :DD
Allora, inizio che devo dire un po' di cose.
Primo: Masa ha un figlio e quel figlio è Tomoo chan! <333333333 che pucciosità! sono tanto felice per il piccolo Tomoo chan! mi ha fatto troppa tenerezza quando ha parlato con Jun mentre stavano al supermercato <33
Secondo: KSDJFHSLKFJL Shiori! brutta STRONZA che non sei altro! posso capire le circostanze, le pressioni dei tuoi genitori, ma sparire così e poi tornare e abbandonare tuo figlio, e poi sparire e comparire di nuovo! nooo! sei una stronza, punto. Poi, forse, cambierò pure idea in futuro ... ma vedremo U_U
Terzo: Toshi sapeva tutto e non ha detto niente?? ma sei cretino?? fa bene Nino ad essere arrabbiato con te! U_U
Quarto: Uno Sho semi trasparente è tra noi!!! evviva! <3333
JUN RIPRENDITI! :D

Ancoraaaaa! mi è piaciuto un sacco questo capitolo! <3
Edited Date: 2014-07-14 08:03 pm (UTC)

Date: 2014-07-14 08:05 pm (UTC)
From: [identity profile] tempestarashica.livejournal.com
Aaaaaaaaaaaaaaaaaaah mi stavo dimenticando ... Jun ha un grembiule come quello di Masa adesso ...? ROSA ... :DDDD LOL

Date: 2014-07-15 11:28 am (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Jun col grembiule rosa è l'immagine più bella di tutto il capitolo XD
Per quanto riguarda Shiori... immaginavo che non sarebbe stata simpatica dopo quello che ha fatto al povero Aiba-chan ç__ç e ha coinvolto Satoshi che l'ha aiutata e ora Nino è giustamente arrabbiato con lui
In tutto questo Jun torna a casa e si becca un Sho bello semi trasparente però e schianta a terra XD povero!!! XD
Ma si risveglierà Jun... e come si risveglierà!!! <3

Date: 2014-07-15 12:05 am (UTC)
From: [identity profile] faby20m.livejournal.com
Masa è il padre di Tomoo chan O__o
Sta cosa mi ha sconvolta, non me l'aspettavo XD
Però che crudeltà separare Masa dal figlio, Shiori avrà avuto i suoi motivi, ma questa cosa non la condivido per niente u__u
E anche Toshi ha sbagliato! Ok mantenere una promessa, ma stiamo parlando di un figlio e di Masa <3 Ora spero che possano subito recuperare il tempo perso padre e figlio <3<3 e che Shiori non ronzi di nuovo intorno a Masa, lei non se lo merita, non dopo quello che gli ha fatto u__u
Nino Nino... invece di rompere l'anima a Jun che non ha nessuna colpa, se non quella di essere bello da impazzire... eh bè *Q*... apri gli occhi!
Toshi è geloso marcio di te e Masa! Datevi una mossa scemotti :3
Voglio una foto di Jun col grembiule rosa XDD
Immagino l'orrore che ha provato indossandolo XD ma a Masa non si può dire di no *__*
E poi Sho *___* si è rivelato e risponde pure al tadaima di Jun come se niente fosse, sei un mito decisamente XDDDD
Mi stronchi il ragazzo cosi però XD
Passata la paura iniziale, Jun gradirà eccome la sua presenza *___* e io non vedo l'ora di vedere come sarà questa insolita convivenza *___*
Anche se mi domando come potrebbe mai andare a finire tra quei due dal momento che Sho è un fantasma...uhm... questo dubbio mi ronza in testa da quando la storia è cominciata XD
Ma voglio sapere di più sul fantasmino e la questione Ririko san e sul perchè Jun riesce a vederlo *____*
Ma tu mi finisci il capitolo così, sul più bello e io non ce la posso fareeeeeee
Ancora, ancoraaaaaaaaa please *___________*
Grazie mille <3<3<3

Date: 2014-07-16 09:13 am (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
Non se lo merita Shiori però è il grande amore di Masa...bisogna vedere che prova lui adesso per lei XD
Gli Ohmiya sono due folli gelosi l'uno dell'altro ma non si parlano mica!
Uno geloso di Masa... l'altro geloso di Jun... stiamo a posto!
Ma Jun, col suo adorabile grembiulino rosa XD, ora ha ben altro a cui pensare!
Il fantasma di Sho in casa che gli da il bentornato!!!! XDDD
Ho stroncato il povero Jun XDD ahahahaha sono diabolica!!!
Saprete presto che gli è successo!!!!
<3 <3 grazie a te come sempre

Date: 2014-07-15 07:20 am (UTC)
From: [identity profile] jinnypazza82.livejournal.com
*cula via shiori e si propone come mamma sostitutiva*
TOMOO: tu punti a farti il papà, altrochè ..
passi troppo tempo col nano ...

cielo, sho che risponde tranquillo XD *patta jun*

*cronologia, che è?* IL GREMBIULE ROSAAAA! Masa fa gli occhi da cucciolo e può tutto, MUAHAHAHAHA

Ohmiy del mio cuor, fatecela, dai

Date: 2014-07-16 09:00 am (UTC)
From: [identity profile] bettysh.livejournal.com
aahahhaahah XD brava brava proponiti come mamma sostitutiva per accalappiare Masa XD
Rosa shiiii *__* una meraviglia!!!!!

Gli Ohmiya... sono complessi!!! XD molto!

Profile

shinhiroki: (Default)
shinhiroki

September 2017

S M T W T F S
      12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Oct. 18th, 2017 04:33 pm
Powered by Dreamwidth Studios