shinhiroki: (cucciolo)
[personal profile] shinhiroki
E dopo soli 4 mesi... ecco a voi un altro capitolo!!!!

TITOLO: He's my bully
FANDOM: Arashi
GENERE: Sentimentale, commedia
PAIRINGS: Ohmiya, Sakumoto (accenno)
RATING: PG-15

Capitolo 8:
INDECIFRABILE

“Che? Cosa? Io...eh?
“Hai capito benissimo non fare il finto tonto” lo rimprovera Nino spazientito “Gradirei che mi rispondessi”
Mentre correva verso l'agenzia, il suo pensiero fisso su Nino fino al momento di controllare il cellulare, era volato al solo fatto che era in mostruoso ritardo a lavoro e che si sarebbe preso una bella sgridata.
Non aveva messo in conto che a lavoro che avrebbe incontrato Nino ed ora è totalmente impreparato.
Nino lo continua a guardare in attesa di una risposta con le braccia incrociate al petto e il piede che batte frenetico sul pavimento.
“Allora?” chiede.
Panico. Panico totale.
“Io... non lo so...” esala Satoshi.
E' inutile il cervello non sta collaborando e il suo cuore è in un subbuglio tale da togliergli quasi il respiro.
“Non sai se il nostro bacio ti ha turbato?” insiste Nino, evidentemente non soddisfatto della risposta ricevuta.
“Beh ora definirlo nostro...” mormora Satoshi rendendosi conto che non è proprio adatta la risposta.
“E come lo definiresti di grazia?”
“Tuo...”
“Mio?”
“Mi hai baciato tu” Satoshi pensa di non aver mai visto le sopracciglia dell'altro aggrottarsi così tanto per la rabbia, tanto che freme anche ma stringe i pugni.
“Allora...” si schiarisce la voce per cercare di mantenere la calma “Riformulo la domanda. Ti ha turbato così tanto il MIO bacio da dimenticarti del resto?”
“Mi...sono dimenticato e basta”
“E basta?”
“Si è venuta a trovarmi mia madre e mi sono dimenticato che oggi si lavorava”
Nino fa un passo indietro con uno sguardo che Satoshi non gli aveva mai visto... delusione forse?
“Non... non ti ha suscitato nulla?”
“Non so perché tu lo abbia fatto”
Ha realizzato che ama Nino ma non ha capito i motivi dell'altro.
“Perché secondo te?!” strilla isterico Nino.
“Ragazzi basta” interviene Sho, entrato in sala prove con gli altri due che li guardano in silenzio “Ohno-kun vatti a scusare con il coreografo per il ritardo così cominciamo”
“Non abbiamo finito” afferma Nino.
“Si invece” taglia corto Sho con tono che non ammette repliche.
Prima di uscire, Satoshi lancia un ultimo sguardo a Nino che, in quell'istante sta allontanando la mano di Jun dalla propria spalla.
“Vai” incalza Sho e quello esce andando alla ricerca del coreografo.
Si scusa con l'uomo per il ritardo ma quando quello si dilunga in un predica sul rispetto del lavoro altrui e degli orari, Satoshi smette di ascoltare e ripensa alle ultime parole di Nino prima di essere interrotti.
Perché secondo te?!
Perché? Gli piacerebbe che la risposta fosse perché Nino prova dei sentimenti per lui ma c'è qualcosa che gli fa pensare che anche questa sia tutta una buffonata del ragazzo.
Probabilmente Nino non vedeva l'ora di ridergli in faccia e dirgli: “Ma come ti sei preso bene per un bacio della buonanotte?”
Non posso essere così cretino da cadere nei tranelli psicologici di Nino....si dice Satoshi.
“Ti sei scusato Ohno-kun” interrompe i suoi pensieri il coreografo guardandolo allarmato “Non c'è bisogno che tu pianga. Ti perdono” lo rassicura.
Si tocca il viso scoprendolo bagnato. Si è davvero messo a piangere nei corridoi dell'agenzia.
“Andiamo a provare”
Si tiene a due passi di distanza dall'uomo per tornare in sé e non farsi in trovare in lacrime dagli altri ma soprattutto per non dare appigli a Nino per tormentarlo ulteriormente.
Al rientro in sala prove, l'atmosfera che aleggia non è delle più rosee.
Sho sembra livido di rabbia, Jun fa stretching nervosamente, Aiba si gratta la testa sconsolato e Nino...Nino è una maschera inespressiva.
Tutta la foga di pochi minuti prima sembra completamente svanita.
A che starà pensando?
Si domanda Satoshi mentre il coreografo da le disposizioni.
Passano così quattro ore a provare incessantemente, ore in cui Nino non rivolge la parola a nessuno.
“Scusate io ora devo andare” annuncia Sho asciugandosi il sudore col proprio asciugamano.
“Va bene Sakurai-kun. Voi ragazzi dovete andare?” chiede il coreografo agli altri quattro che scuotono la testa “Ok allora. Dieci minuti di pausa e poi riprendiamo.” dice prima di uscire a telefonare.
“Scappo. Ciao ragazzi” saluta Sho dirigendosi verso la porta e Satoshi nota Jun seguire con lo sguardo l'altro e frenarsi dal dire qualcosa.
“Capisco noi ma Junòkun lo potresti salutare meglio no?” gli scappa di bocca.
Sho si blocca voltandosi stupito.
Restano tutti in silenzio per qualche secondo poi Sho, sorridendo, torna sui suoi passi.
“Che coglione che sono” mette una mano dietro la nuca di Jun e gli da un bacio sulle labbra per poi mormorare qualcosa che Satoshi e gli altri non riescono a sentire.
“Ora posso andare” sorride salutando con la mano.
Appena esce, Masaki saltella intorno a Jun come un canguro.
“Sei tutto rosso!”
Aspettandosi qualche commento acido da parte di Nino, Satoshi si volta a guardarlo ma quello è chiuso in un morboso silenzio e forse questo è peggio dei suoi commenti al vetriolo.
Dev'essere veramente arrabbiato.
“Basta Masa” lo ferma Jun dopo il ventesimo giro “Non è successo niente”
“Come no? Sembrava di essere in un film!”
“Era solo...un bacio”
“Dovresti essere felice!”
“Lo sono...” mugola Jun imbarazzato ma al contempo non riesce a un sorrisino trasognato.
“Almeno in questo gruppo c'è chi non resta schifato da un bacio” commenta infine Nino ghiacciato il Riida.
Di certo non ne era schifato di quel bacio.
“Nino...”
“Dite al coreografo che mi sono ricordato adesso di un lavoro urgente” afferma prendendo il suo borsone.
“Non hai nessun lavoro Nino” ribatte Jun sempre informato sui lavori di gruppo e di ogni singolo membro.
“Il Riida non è l'unico che si dimentica le cose” afferma risentito aprendo la porta.
“Nino aspetta!” prova a fermarlo Jun ma quello, senza neanche salutare, se ne va.
“Che giornata...” sospira il più piccolo lasciandosi andare sulla panca “Mi farete venire un ictus un giorno o l'altro”.
“Mi dispiace...” si sente in dovere di dire Satoshi “Non volevo creare problemi... ho completamente rimosso che oggi si lavorava.
“Ma che è successo tra te e Nino-chan?” chiede Masaki sedendosi per terra a gambe incrociate.
“Quando è arrivato non era di questo umore nero” aggiunge Jun.
Ma certo... pronto a deridermi non appena fossi arrivato...
Pensa Satoshi con amarezza.
“Vedendo che non arrivavi”riprende a parlare Jun “E' andato in paranoia”
“Più di Jun-chan!”
“Grazie per la precisazione Masa...”
“Era doveroso dirlo” ridacchia l'amico.
“Era come un cane che aspetta davanti alla porta chiusa il ritorno del padrone”
“Peccato che il paragone con un cane sia un complimento rivolto a lui. Nino è più una scimmia urlatrice isterica...”
“Ci sei davvero rimasto così male per quel bacio che vi siete scambiati ieri?” domanda Masaki tappandosi subito dopo la bocca “Io non so niente!”
Scioccato, Satoshi si inginocchia davanti a lui.
“Che...che hai detto?”
“Ehm...io...”
“Masa tu sai qualcosa” afferma Jun guardandolo.
“So che ieri vi siete incontrati a casa tua Jun-chan”
“Non cambiare discorso Masa” ribatte Jun sospirando “Non era programmato di trovarci tutti da me”
“Lo so era una serata romantica tra te e Sho-chan”
“Ho già chiesto scusa per essermi presentato senza prima avvisare. Non avevo pensato che ci potesse essere Sho-kun sinceramente...meno che mai Nino...” si giustifica Satoshi.
“Stiamo uscendo dal seminato!” strilla Jun “Non sono arrabbiato con te Riida non ti preoccupare. E con te Masa ci rifaremo al più presto ma ora dicci tutto quello che sai su questo bacio perché mi sembra essere la chiave di tutto il casino successo oggi” conclude.
“Beh in pratica stamattina ci siamo visti prima di venire a lavoro. Gli ho offerto la colazione...”
“Tipico di quel nanetto”
“Lascialo parlare Riida o non ne usciamo vivi”
“Si scusa hai ragione. Vai pure avanti Aiba-chan”
“Era di buon umore nonostante la levataccia e come sapete è svogliato da morire al mattino presto. Ho dedotto che avesse fatto un nuovo record di livelli superati tutti di fila e invece mi ha detto che stanotte non ha neanche toccato la play station. Allora ho temuto che fosse entrato in giro di alcolismo, non è mai così felice... ed è uscita fuori la cosa del bacio. Tutto qui”
“Tutto qui?” domanda Jun perplesso “Non hai detto nulla! Com'è venuta fuori sta storia del bacio? Parla Masaki cazzo!”
“Brutto momento?” domanda il coreografo rientrando in sala prove.
“Si! Riunione d'emergenza. Ci scusi Kaneda-san ma oggi non riusciamo a riprendere le prove. Rimandiamo. Grazie”.
“D'accordo Matsumoto-kun. Buona giornata” sorride l'uomo tornando da dove era venuto.
“Sho-chan lo sa che Kaneda-san ha un debole per te?”
“Ti ho già detto di non perderti in discorsi inutili. Vuota il sacco”.
“Ok ok” cede Masaki “Gli ho chiesto come mai fosse così felice Nino-chan mi ha raccontato che ieri sera era venuto da te per parlarti ma vedendo Sho-chan non si è più sentito di farlo. Meno ancora quando è arrivato Oh-chan”
“Quindi non è venuto solo a scroccare come suo solito...”
“Quello sempre” conferma Masaki “Mi ha detto che ti ha offerto un passaggio verso casa e che è stato molto spassoso a tratti”
dice rivolto a Satoshi.
Se per lui è stato spassoso...
“Ma sto bacio quindi? Lo ha dato al Riida?” chiede Jun avido di informazioni facendo arrossire il più grande “Oddio è così! Com'è stato? Dolce? Passionale? Chi ha preso l'iniziativa? Dove vi siete baciati di preciso? Quanto è durato il bacio?” Jun continua a fargli a raffica domande ma Satoshi non riesce a spiccicare mezza parola.
“Ma dannazione! Qualcuno vuole parlare chiaro?! Io sto diventando matto!”
“Sorridendo mi ha detto che ci è scappato un bacio ma poi non ha detto altro al riguardo” afferma Masaki “Però è innegabile fosse felice” aggiunge guardando Satoshi.
Cala il silenzio.
Jun si torce le mani tante sono le domande che vorrebbe fare al Riida ma lui sta elaborando le informazioni appena avute da Masaki.
Nino era tutto contento...ma quando è arrivato non lo era affatto. Anzi! Tutto il contrario e di certo non perché fosse in ritardo per il lavoro.
“Che...” si arrischia a dire Jun non sopportando più quel silenzio riportando Satoshi tra loro “Che c'è tra voi due?”
“Non lo so”
“Ma vi siete baciati”
“In realtà lui ha baciato me...” si affretta a dire il Riida.
“Quindi ti ha costretto”
“No! Mi ha preso alla sprovvista”
“Quindi non volevi”
“No io... Jun cazzo mi mandi in confusione con tutte queste domande!”
“Ma tu non parli!”
“Forse perché non vuole...” ipotizza Masaki venendo fulminato all'istante dal più piccolo del gruppo.
“Qui non si tratta più solo di fare pettegolezzo! Qui si tratta di fare chiarezza per il bene del gruppo visto che oggi abbiamo rischiato di arrivare alle mani. Se quello che sta succedendo tra voi due può causare problemi agli Arashi...beh io devo saperlo!” conclude.
“Dillo che sei solo una vecchia pettegola avida di telenovela” ridacchia Masaki.
“Tu...al prossimo tour ti farò cantare appeso per i piedi, vestito da coglione con sotto un branco di leoni affamati”
“Nooooo”
“Non sta succedendo niente tra me e Nino” li interrompe Riida “O meglio...non lo so. Il comportamento di Nino non mi aiuta molto. Non riesco più a capire quando scherza e quando è serio. Però...però io oggi ho finalmente ho capito una cosa fondamentale... sono innamorato di Nino!” afferma Satoshi.

Profile

shinhiroki: (Default)
shinhiroki

September 2017

S M T W T F S
      12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Oct. 18th, 2017 04:31 pm
Powered by Dreamwidth Studios